Category: VIDEO

Alfa 90, la civilta’ della macchina.

Cosi’ recitava lo slogan al lancio della berlina del biscione. Alfissima nel Maggio 2010 le dedica un filmato che vi riproponiamo insieme ad una inedita galleria fotografica del backstage.

Realizzato a Roma il 22 Maggio del 2010, il video ha visto la partecipazione di alcuni soci arrivati dal Nord Italia percorrendo tantissimi chilometri  in una due giorni dai ritmi serrati.

Un ringraziamento particolare va al socio Fabrizio Torraco per la preziosa e fattiva collaborazione logistica e pratica.

Buona visione!

Il Video e’ disponibile anche in HD a questo link: ALFA 90 HD

 

 

Click sulle immagini per ingrandire

_BAA2646 _BAA1529 _BAA2136 _BAA2308 _BAA2859 _BAA2293 _BAA3211 _BAA1718

Giancarlo_BaghettiBaghetti esordisce in Formula 1 il 2 luglio 1961 nel 47 Grand Prix de l’ACF, sul circuito di Reims, al volante di una Ferrari 156 F1 messa a disposizione dalla Federazione Italiana Sport Automobilistici. Pur essendosi piazzato in 12ª posizione durante le qualifiche, Baghetti vince il gran premio: in Formula 1 è il primo e unico caso di vittoria nella gara d’esordio di un pilota.
Nel 1961 Baghetti partecipa ad altri due gran premi, sempre su Ferrari 156 della Scuderia Sant Ambroeus: il Gran Premio di Gran Bretagna e quello d’Italia. In entrambe le occasioni è costretto al ritiro: al 27 giro sul circuito di Aintree e al 13 giro a Monza, dopo essere partito rispettivamente in 19 e 6 posizione. Sul circuito brianzolo, Baghetti segna il giro più veloce in gara.
Dopo un 1962 piuttosto incolore, alla guida di una Ferrari 156 ufficiale (4 gp), con 5 punti ottenuti, Baghetti segue Phil Hill ed altri ferraristi, tra cui l’ingegner Carlo Chiti, alla Automobili Turismo e Sport (ATS). Si tratta di una esperienza deludente: su cinque gran premi, vedrà il traguardo una sola volta, in 15ª posizione.
pg54-coverNel 1964 Baghetti approda alla Scuderia Centro Sud dove, alla guida di una BRM P 57, non avrà occasioni di mettersi in mostra nei 6 gran premi disputati.
Tra il 1965 ed il 1967, Baghetti corre altri tre gran premi, senza cogliere alcun risultato importante.
Oltre che nelle gare valevoli per il Campionato Mondiale, Baghetti corse e colse vittorie anche in competizioni non valide per il titolo, come il Gran Premio di Siracusa e quello di Napoli vinti nel 1961. Partecipò anche alla Targa Florio cogliendo due secondi posti nelle edizioni del 1962 e 1966.
Dopo il ritiro dall’agonismo è stato per anni direttore della rivista automobilistica Auto Oggi.
Muore a Milano all’eta’ di 61 anni. A lui dedichiamo questa pagina e vi regaliamo le sue memorabili prove su strada delle Alfa Romeo.

 

 

18wrPista di Nardò, 1982, Alfa Romeo fissa i record di velocita’ e durata con Alfetta e Giulietta a gasolio equipaggiate con i propulsori VM. 40.000 km pari al giro del mondo, percorsi a medie eccezionali. Di seguito il raro ed esclusivo video ed il relativo articolo di Alfanotizie.

alfanotizie 39

alfanotizie 39 013

 

alfanotizie 39 014

 

alfanotizie 39 015

prog902Lo scenario del Courchevel sulle alpi francesi, fa da sfondo al bellissimo video della progettazione e lo sviluppo dell’Alfa 90.

Realizzato dall’Alfa Romeo nel 1984 in occasione del lancio commerciale della berlina che sostituiva l’Alfetta, il video mette in risalto la tecnologia con la quale la vettura era stata progettata e realizzata. Nelle immagini finali e’ riconoscibile una giovanissima Federica Moro. Buona Visione.

 

cour1024

Giugno 2010, Alfissima festeggia il Centenario dell’Alfa Romeo, e lo festeggia portanto le Alfa all’altiporto del Courchevel sulle alpi francesi, luogo in cui la casa di Arese presento’ la gamma 1982 e realizzo’ il video “Progetto Alfa 90″.

E’ stato l’evento che ha aperto la strada scelta da Alfissima, quella di ripercorrere tutti i luoghi piu’ significativi, soprattutto in difesa del Museo di Arese.

cour.jpg

 

IL VIDEO

550545_454597304591618_97070581_nPensare che questo raduno nasce da lontano, più precisamente nasce in occasione del 40° Alfasud a Pomigliano, dopo un racconto fattomi dal collaudatore Colombrino, un aneddoto di lui e Sanesi avvenuto sul Passo Della Cisa, mi ha fatto venire in mente che quella strada in un modo o nell’altro, è stata anche la mia palestra di guida da quando ero appena patentato.
Nasce così l’idea di un raduno in quel luogo dedicato ai collaudatori, ma serve un nome da dare al raduno e un icona, e d’istinto nasca “Guidare Alfa Romeo” e il curioso stemma con volante e biscione.
Andrea Vecchi di Alfa Club Milano, è stato fondamentale per riunire questi professionisti del volante, e ottimo supporto organizzativo.
Del resto e dal 2 aprile 2011 con l’evento in Piazza Duomo, che i nostri club collaborano per la miglior riuscita degli eventi, ma soprattutto per cercare di mettere in risalto il problema della chiusura del museo, e sensibilizzare il più possibile gli appassionati.
riguardo a questo possiamo dire di essere gli unici a interessarci del problema, mentre altri, veri narcisi di poca cultura alfista si preoccupano solo di esaltare se stessi e la propria collezione, vantando pure un apertura per la visita al pubblico di spirito museale.
Detto questo, ringrazio tutti i partecipanti che hanno preso parte a “guidare Alfa Romeo” ringrazio i nostri invitati per aver capito l’importanza dell’evento e aver contribuito alla riuscita del raduno. gli aneddoti degli ex collaudatori, e della signora Elvira Ruocco sono stati preziosi oltre che simpatici.
Un ringraziamento anche alle istituzioni che hanno permesso di inaugurare la bella targa, targa dove a fare da cornice son state le 71 alfa romeo e le oltre 140 persone.
Ma come non poter ringraziare l’amico Massimiliano Romagnoli, e Armando Mozzi, realizzatore e disegnatore della targa? oggi quella targa sta facendo il giro del mondo fra gli appassionati.
Un ringraziamento anche a Mauro Minetti e a Emanuele Cricri per gli splendidi scatti, e per ultimo, un vero grazie, lo dedico a Matteo Bonini vero supporter con qualsiasi condizione climatica.

QUESTA è ALFISSIMA non a tutti può piacere, del resto mica tutti possono essere veri alfisti.

Mauro Simonini . Presidente AROC Alfissima

Il Video del raduno in onore dei collaudatori Alfa Romeo sul Passo della Cisa.