Category: Senza categoria

imageSi comunica che il consueto pranzo di natale si svolgerà Domenica 20 Dicembre:
Programma:
ore 10:00 Ritrovo presso la sede del club in
Via Cerri N 16 Aulla
ore 11.30 Partenza per giro turistico
ore 13.00 Arrivo presso il ristorante

 
 
 
 
 
 
 

Menù
Testaroli con salumi e formaggi
Ravioli alragù
Grigliata di carne mista
Panigacci con nutella
vino – acqua – caffè – digestivo – spumante

Quota di partecipazione 22, euro a persona
 
Per conferma: contattate il 339 2631106 o scrivete a segreteria@arocalfissima.com

10369907_792454554139223_4504382566221826982_n

Giunti alla 14° edizione e alla 8° edizione del trofeo G. Luraghi, il programma prevede un escursione nell’entroterra verso la Garfagnana fra Appennini e Alpi Apuane, percorsi immersi nel verde fra Garfagnana e Lunigiana, per poi raggiungere Levigliani di Stazzema (LU) dove sistemeremo le vetture nel parcheggio del ristorante VALLECHIARA. Dopo la sistemazione vetture,un servizio navetta appositamente disposto per la visita guidata alle miniere dell’argento vivo.
Dopo la visita, pranzo con degustazione di una cucina tipica, forte di antichi sapori ormai perduti che, solo chi ancora ama le antiche tradizioni riesce ancora a proporre, una di queste persone è sicuramente la Signora Piera del ristorante VALLECHIARA. A fine pranzo, sempre per mezzo del servizio navetta giungeremo all’entrata dell’ antro del Corchia per una visita guidata nelle viscere delle Alpi Apuane di circa due ore, giusto per smaltire. Partenza, questa volta a bordo delle nostre Alfa, per continuare l’escursione stradale e raggiungere la Versilia. Una volta ritrovati sul lungo mare ci si dirigerà verso Marina di Massa presso lo stabilimento balneare, è d’obbligo il bagno e un po’ di tintarella serale, da gustarsi fino all’orario di cena per una pizza nello stabilimento balneare stesso.

Menù del pranzo

Aperitivo di benvenuto

Antipasti: salumi vari nostrali – sformati – torte – crostini

Primi: tortelli al ragù di carne – crespelle ai funghi porcini

Secondi: arrosto di maiale o vitello – grigliata mista – contorni vari

Acqua – vino – caffè

Ritrovo ore 9.00 presso la sede del club c/o Charlie Bar via cerri n 16 Aulla (MS)

Adesioni entro e non oltre il 22 di luglio

Costo manifestazione 50 euro a persona, che include: visita guidata alle miniere dell’argento vivo, visita guidata all’antro del Corchia, servizi navetta, servizi balneari, pranzo, e pizza per cena.

Per informazioni e adesioni contattare il 339 2631106 o alfeoromeo@yahoo.it , per maggiori dettagli potete visitare la pagina sul forum dedicata all’evento: FORUM

Dopo il successo del 2012 con “Guidare Alfa Romeo” ritorniamo in uno dei luoghi assai caro all’Alfa e ai suoi collaudatori, la strada del Passo Della Cisa. Ricorderemo i 20 anni dalla scomparsa del grande Bruno Bonini e un doveroso saluto al mitico Guido Moroni che ci ha lasciato poco tempo fa, lasciando in noi appassionati il suo straordinario e indelebile ricordo.

A breve il programma con i dettagli dell’evento.

alfissima_guidare_alfa_romeo

1620847_654428274602804_1206561612_nL’ associazione Camaiore MotorSport in data 22 e 23 marzo 2014, organizza un ALFA DAY (raduno monomarca e area test per veicoli Alfa Romeo) un evento che può definirsi unico nel suo genere in tutta la provincia di Lucca e che richiamerà tantissimi interessati e appassionati da tutta Italia e non solo.
L’evento regala la possibilità a molte persone tra cui collezionisti ed appassionati, di conoscere il nostro meraviglioso territorio della Versilia. Come si evince dal programma qui allegato, la manifestazione coinvolgerà in modo più o meno diretto, gran parte del territorio della Versilia e della provincia di Lucca.
Scorrendo il programma possiamo notare, oltre che al raduno vorremmo realizzare in un area ad hoc sul Viale Kennedy un tratto di circa 550 mt. a disposizione per due giorni, una zona test dove poter esporre e far esibire macchine da corsa che hanno fatto la storia delle corse automobilistiche dell’Alfa Romeo portando il nome del nostro paese in tutto il mondo. (DTM, GTA, etc.)
Al fine di raggiungere gli ambiziosi obbiettivi che ci siamo preposti e per poter dare vita ad un evento che potrà diventare un appuntamento fisso ogni anno in Versilia, abbiamo contattato sia vecchi piloti ufficiali Alfa Romeo del calibro di Giovanardi, Nannini, Tarquini e altri ancora, sia la richiesta di una collaborazione con il Registro Storico Alfa Romeo.
Per La manifestazione saranno richiesti i patrocini a tutti i comuni interessati e alla Provincia di Lucca.
PER SCARICARE IL MODULO DI ISCRIZIONE O PER ALTRE INFO SUI COSTI E SUL DETTAGLIO DEL PROGRAMMA PUO’ ESSERE SCARICATO DIRETTAMENTE DAL NOSTRO SITO: http://www.camaioremotorsport.it

I moduli di Iscrizione con le relative ricevute di bonifico dovranno essere inviate alla mail: camaioremotorsport@gmail.com

Solo per i soci e per maggiori informazioni visitare il forum alla seguente PAGINA

 

Per Alfissima questo 2013, è stato il decennale del club festeggiato con il bel raduno veronese, abbiamo festeggiato alla grande i 50 anni dell’Autodelta, festeggiato i 30 anni della Alfa 33 e dell’Arna, partecipato al centenario di Giuseppe Busso di Alfa Club Milano, ci siamo divertiti alla notte bianca di Aulla, all’immancabile Mare & Monti e al raduno della Valsassina,partecipato alla rassegna motoristica “Super Motori” della città di Massa.
tutti i nostri incontri sempre dedicati alla salvaguardia del museo storico Alfa Romeo di Arese.
Incontri sempre vissuti all’alfissima maniera, senza compromessi o vincoli, all’insegna della passione seguendo i passi storici dell’Alfa Romeo, quella che piace a noi, facendo a differenza di altri le dovute distinzioni fra quelle che potevano fregiarsi dello slogan
“TECNOLOGIA VINCENTE DA SEMPRE” o per chi preferisce “QUANDO LA TECNOLOGIA E’ ARTE” con le ben diverse da………. “la nuova razza”
Ma prima di chiudere l’anno, il consueto pranzo di natale per farci gli auguri per le imminenti feste.

Link per la registrazione al pranzo: REGISTRAZIONE PRANZO

Alfissimi Auguri Domenica 22 Dicembre

 

PROGRAMMA

Ore 10.30 Ritrovo dei partecipanti presso la sede del club sita in Via Cerri N 16 Aulla (MS)
Ore 11.30 Aperitivo Alfissimo
Ore 12.30 Partenza per raggiungere il ristorante Mirador
Ore 13.00 inizio pranzo

 

 

MENU’

Antipasto: Panigacci con affettati e formaggi misti
Primi: Tris di panigacci cotti ( pesto genovese – sugo di funghi – olio di oliva e parmigiano
Ravioli al ragù
Secondo: Grigliata mista alla brace
dolce: Misto
Bevande: Acqua – Vino – caffè – limoncello

A fine pranzo presentazione programma 2014 – saluti e auguri

Quota a partecipante 20 Euro

Vi aspettiamo affamati e numerosi.

Racconto del nostro presidente Mauro Simonini ..

Eppure i miei genitori hanno sempre sostenuto di non avermi concepito nella Giulia sprint gt veloce verde muschio, ma io non ne sono ancora convinto, sta di fatto che la verde muschio non sono mai riuscito a vederla, fu infatti coinvolta in un incidente mentre mio padre si recava a trovare me e mia madre in ospedale. Dopo qualche giorno fu una junior 1300 bianca a portarmi a casa, e fu la prima volta che respirai l’odore di nuovo di un Alfa acquistata solo 2 giorni prima, ma sono altrettanto convinto che quel suono sordo e pastoso, accompagnato dal brontolio di qualche nota più alta l’avevo gia sentito mentre mia madre era in gravidanza. Anche della junior 1300, non ho una visione chiara, solo all’età di 3 anni ricordo quella che per me fu veramente la mia prima Alfa nonostante ne passarono altre 2 da quando il mio cuore iniziò a battere. si trattava della 1750 gt veloce del 1971 grigio scuro metalizzato, la mia maestra!!!, e con quell’auto che ho imparato l’automobile, era solo la nostra ad avere una linea così sportiva, era solo la nostra ad avere quel suono che mi incantava, ed era solo la nostra che faceva fumare le gomme in 3 tempi, (capii solo dopo anni che erano, prima, seconda e terza) tutte le volte che papà partiva per andare al lavoro. Tutte le altre , tutte quelle dei nostri vicini di casa erano diverse, brutte, con un rumore atipico per il mio udito, e soprattutto non facevano fumare le gomme, nemmeno al primo tempo. Intanto crescevo e con me la 1750 gt veloce, e con il tempo iniziai a gustarmi i viaggi seduto sempre davanti, sulle ginocchia di mamma (oggi roba da criminali) 1…..2…..3 …….4…..5 era il massimo che contavo prima della scalata e del sorpasso lungo la via del passo dei carpinelli, un auto davanti non doveva, non poteva starci, tutte dietro, perchè un alfa non deve mai star dietro, era una teoria che mio padre sempre mi ripeteva, ma io non ero ancora nella condizione di capirla, anche se istintivamente davo ragione a papà e non alle lamentele di mamma.
Terza elementare, più precisamente III A è il più vecchio disegno di scuola che mi è rimasto, una specie di auto con vaga somiglianza a una Giulietta ss, ma dotata di super periscopio tipo 33 tt erano più o meno i miei disegni, che raffiguravano in qualche modo sempre qualcosa che aveva a che fare con il biscione. tutti disegni fatti dal lunedi al sabato, perchè, io al martedì a scuola penso di non esserci mai andato, era il giorno di riposo dei miei genitori, e quindi alla fine pure il mio, ma se il martedi non imparavo nulla dalla maestra, era la 1750 ad insegnarmi l’automobile. Papà si accingeva sempre a fare i normali controlli con cadenza settimanale, acqua olio, tutto apposto, solo di rado mi portava in autofficina per qualche lavoro, e sinceramente non vedevo l’ora che la 1750 avesse qualche noia per poter stare qualche ora in quell’officina che, aveva un grandissimo stemma alfa all’entrata e al suo interno tante alfa, tantissime, per me era un po’ come entrare dove le fabbricavano.
Tra la manutenzione settimanale di papà e le visite in officina autorizzata, ebbe inizio il mio primo approccio con la meccanica, queste Alfa avevano tutte il solito motore eccetto una, si chiamava Alfasud, ne aveva una pure mio fratello e una l’aveva lo zio. Il tempo passa e la voglia di sentire veramente mia un Alfa era troppo forte, la volevo guidare e smaniavo per questo doveva essere il mio regalo di compleanno. 7 anni lo ricordo benissimo, il mio regalo era guidare il gt !!!!!!!! e così fu in quella sera del 3 maggio su una strada di collina sulle ginocchia di mio padre guidai per la prima volta un auto ed era un alfa.

Un tempo i “porte aperte” dai concessionari non erano ancora in voga, ricordo che a fare un porte aperte la prima volta fu la renault, con il giochino della chiave, se partiva, la renault era tua……..ma chi la voleva? io no!!!
Era quindi consuetudine che tutte le concessionarie portassero in visione il loro nuovo modello presso i bar per far visionare ai clienti cotanta bellezza…..ehhhh?????

i clienti dall’interno del bar si “trasportavano” fuori , nella piazza, chi con il bicchiere in mano, chi con le carte da gioco, pena la partita sospesa, ma ne valeva la pena, in piazza c’è da ammirare la bmw 320, l’anti alfetta….. ehhhhhhh?????? e fra le centinaia di discorsi, una voce fuori campo dice: ” che motore splendido” essendo piccolo, grande non lo sono nemmeno ora, cerco di scorgere quel capolavoro, mi aspettavo un motore tipo quello dell’alfa, con quelle candele in mezzo a 2 alberi, i carburatori messi in fila per abbeverare il motore e dalla parte opposta l’inizio di quello strumento musicale a fiato che iniziava con quattro tubi, poi 2, poi uno, per terminare dietro con il famoso incantevole suono , mi aspettavo una cosa del genere, magari lucente come il paraurti. e invece………che delusione, vidi una pentola nera che copriva tutto facendo solo intravvedere un motore mezzo inclinato come se si fosse già rotto un supporto. quello è un motore meraviglioso !?!?!? esclamai arrabbiato, quello è una pentola non un motore!!!!!! molti si misero a ridere, dicendo ecco mauretto l’alfista, cavolo io manco sapevo cosa significasse essere alfista, ma capii che non era un insulto, ma un complimento, forse il più bello che potessi ricevere.

si cresce, ci si documenta, al tempo non era semplice, esisteva solo il costoso quattroruote, e i bellissimi e gratuiti depliant nella vicina concessionaria Alfa Romeo De Micheli, e i pellegrinaggi in bicicletta erano praticamente giornalieri. Non ci volle molto per documentarmi su tutta la gamma disponibile, che all’epoca spaziava dalla Alfasud, alla Alfasud sprint, Giulietta, Alfetta “piccola” e Alfetta “grande” non prendendo come riferimento la cilindrata, ma proprio per le dimensioni dell’auto, che in quel periodo veniva commercializzata con 2 tipi di carrozzeria, poi c’erano l’alfetta gt e gtv, e la spider, la nuova super era da poco andata in pensione, e per la grande alfa6 dovetti aspettare ancora 2 anni, era infatti il 1977, anno in cui invidiavo i compagni di scuola del vicinissimo comune, che andavano a scuola con un nuovissimo F12, mentre a noi, quelli di Aulla toccava andare con i fiat 238….mamma posso cambiare scuola? loro vanno in Alfa Romeo e io no!!!!

Ho già la bellezza di 8 anni, e tra i conoscenti, i clienti del bar, io sono mauretto l’alfista, i clienti del bar quando acquistano la nuova Alfa, prima di portarla a far vedere alla moglie passano da me per portarmi a fare il giretto di prova, ripagati nel vedere il mio entusiasmo.

1979 l’Alfa torna in F1. a dire il vero già prima tifavo brabham-Alfa, non ho mai tifato ferrari, perchè, in pista c’era comunque un motore Alfa, da ora in poi avrei tifato per ben 2 scuderie, la Brabham Alfa, e l’Alfa Autodelta. Ero l’unico, tutti tifavano ferrari, ferrari, a scuola e al bar tutti mi prendevano in giro perchè l’Alfa non vinceva mai, ma la mia fede non mi fece desistere tanto da capire poco tempo dopo, che ferrari non sarebbe mai stata quello che era se non fosse per l’Alfa Romeo.

Odore di patente……mancano ancora 2 anni, ma la mia voglia di guidare un Alfa Romeo tutti i giorni mi devastava, la 1750 gt in restauro, tutti i giorni la mitica panda 45S, io giravo in vespa e sognavo la appena presentata 33 Q.V. doveva essere rigorosamente di colore rosso Alfa.
Riuscii a convincere mio padre, certo doveva essere per lui….mah un giorno scorgo in un salone una lucente alfetta Q.O. motronic. era in contovendita, e il proprietario un amico di mio padre, ci vollero 2 giorni per poterla avere sul vialetto di casa, e tutte le domeniche pomeriggio, riuscivo a sgraffignarla per un giretto.
1987, finalmente la patente, mi potevo godere come neo patentato l’Alfetta, e la gt veloce quasi pronta, nuova di restauro. la mia vita in quel momento era al massimo, finalmente potevo vivere la mia passione direttamente, mah, c’è sempre un mah, la fiat acquisisce L’Alfa Romeo.

Arriva la 164. non ci volevo credere, le informazioni di una rivista blasonata come quattroruote non poteva sbagliare, ma questa volta ha preso il pesce d’aprile……e invece no!!!!!!!! ricordo come se fosse ieri, piazza cavour ad Aulla, una twin spark verde mirto, non girai molto attorno all’auto come tutti, c’era una miriade di persone ad ammirare la nuova nata di Arese, non si scostavano, erano come calamitati su quella lamiera, la mia visita durò ben poco, gli arrivai da dietro, mi chinai sotto il paraurti, un brivido………e un pensiero, l’Alfa è morta sono nate le alfiat.

è guidando che ti accorgi che un Alfa Romeo è un altra cosa, infatti ho sempre creduto che non ci fosse una reale concorrente di un Alfa Romeo, se non per cilindrata, prezzo e dimensioni. un Alfa Romeo ha solo “rincorrenti” cioè case automobilistiche che cercano di rincorrere quello che è un Alfa Romeo, come se si trattasse di un punto di arrivo, e solo “tecnologie alternative” come il turbo e l’iniezione multipoint e le 16 valvole, hanno dato a queste case la possibilità solo di avvicinare le prestazioni di un Alfa, senza trasmettere la sensazione del piacere e della sicurezza, che solo un Alfa Romeo ti sa dare,un Alfa riesce a trasmettere a chi la guida, la passione e la professionalità di chi le ha concepite.
mi sono dilungato, avrei potuto scrivere in 2 parole, io alfista ci sono nato, ma sarebbe stato troppo banale.

E’ possibile leggere il racconto degli altri soci, o raccontare la tua storia al seguente link -Perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.-

Tapatalk è un applicazione che permette di consultare un forum direttamente dal proprio Smartphone.

E’ un applicazione che si può scaricare gratis o per pochi euro sullo store di Android,IPhone, BlackBerry e Windows Phone.

Di seguito una piccola guida per configurare sul proprio device Tapatalk per consultare Aroc Alfissima Forum.

 

Scaricate ed avviate l’app.

Comparirà la seguente schermata:

Screenshot_2013-07-22-10-47-06

Cliccare su “Aggiungi Account” e proseguire:

Screenshot_2013-07-22-10-47-16

Digitare nel campo ricerca “aroc alfissima” .

Screenshot_2013-07-22-10-47-26

Se tutto è stato fatto correttamente comparirà la schermata sopra, cliccate sopra.

Screenshot_2013-07-22-10-47-35

Inserite Utenze e Password del forum e godetevi Aroc Alfissima .