Iscriviti    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » LE ALFA ROMEO - Discussioni/Tecnica/Restauri » Alfetta GT/GTV




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 37 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: ALFETTA GTV TURBODELTA
 Messaggio Inviato: sab ott 11, 2008 1:00 am 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 25, 2005 3:40 pm
Messaggi: 15577
Località: VERONA
tessera numero: 2
Nome e Cognome: Armando Mozzi
CONSIDERAZIONI CIRCA L'ALFETTA GTV TURBODELTA.


_________________
ImmagineImmagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 9:21 am 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: gio nov 08, 2007 9:00 am
Messaggi: 394
Località: Genova
tessera numero: 22
Nome e Cognome: Giampiero Marcenaro
Dopo aver letto la bella pagina sulla Alfetta GTV (pur con alcune imprecisioni secondo il mio parere riguardo al modello turbodelta) mi permetto di aprire una discussione (sempre che a qualcuno interessi) sul termine/concetto di successo/insuccesso commerciale.
Si cita appunto che la GTV turbodelta sia stata un insuccesso commerciale in quanto non ha venduto e avrebbe presentato una serie di inconvenienti meccanici...ecc

Io mi pongo una semplice domanda: ha senso parlare di commerciale (successo o insuccesso che sia) riguardo ad un auto prodotta in meno di 300 esemplari???
Per chi non lo sapesse la GTV turbodelta, come la 131 abarth, la lancia stratos stradale, la opel ascona 400 ecc.. sono state prodotte in 300 esemplari commercializzati al solo scopo di rispettare le normative FIA del tempo per l'omologazione dell'auto da corsa corrispondente che avrebbe dovuto competere in Gruppo 4 [fino al 1981] (tali numeri piu salirono a 400 esemplari minimo per l'omologazione in gruppo B[dall' 82 all' 84]). Ha senso giudicare dal punto di vista commerciale un tale tipo di produzione? ha senso parlare di affidabilita' per tali auto?
Onestamente ritengo che 300 prototipi (anche perche' avrei difficolta' a definirli diversamente) costruiti solo ed unicamente a scopo burocratico, a costi spropositati e conseguentemente venduti a costi spropositati siano al di fuori di ogni metro di giudizio.
Riportando il metro di giudizio ai tempi attuali perche' non leggiamo ciance riguardo alla punto abarth super2000 e su come si comporti in frenata o in affidabilita'? Giustamente si parla e giudica come e' bello il cruscotto o come frena bene e quale magnifica tenuta di strada ha la naftalenica mito da 130 cavalli (se poi siano di piu' o di meno...scusatemi ma non ne ne puo' frega' de meno e quindi se scrivo cifre sbagliate amen), la mito ha un mercato, ha dei potenziali fortunati e ricchi acquirenti che se la possono permettere.....la punto super2000 no....
Discorso che ha la sua totale e condivisibile (dal punto di vista del mercato, non del prodotto SIA CHIARO) logica come applicato ai tempi attuali dovrebbe essere coerentemente applicato ai tempi dove l'Alfa Romeo era quella che noi ammiriamo, sputare giudizi su qualcosa che e' al di fuori della logica commerciale mi pare una emerita stronzata, cosa ancor piu' grave, sempre a mio avviso, se posto in pagine istituzionali.
Poi il tutto (tornando al GTV turbodelta) condito da una serie di imprecisioni sul come e perche' sia stata gestita la vendita . Onestamente su un auto che comunque ha rappresentato un mito per molti alfisti mi aspettavo di meglio...


_________________
1900M AR51 (52), 1900M AR51 polizia (53), Giulia 1.3 Ti (67), 1750 GT (71), spider j 1300 (76), gtv turbodelta (81), alfetta turbodelta Gr 4 (79), N. giulietta 1.6 (80), giulietta turbodelta (85), milano oro (87), 75 turbo (86), 164 Q4 (96)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 9:49 am 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 25, 2005 3:40 pm
Messaggi: 15577
Località: VERONA
tessera numero: 2
Nome e Cognome: Armando Mozzi
Jan ti posso capire, in specialmodo essendo tu non solo possessore della tdelta, ma uno che la impiega anche in campo agonistico, e' naturale che ti sia risentito per alcune imprecisioni.... ma.. c'e' sempre un ma!

Il ma e' che ognuno di noi, e' a suo modo innamorato di un determinato modello en ne conosce di conseguenza molto piu' profondamente le caratteristiche e la storia... "l'universalita'" della conoscenza io credo non appartenga a nessuno e questa ne e' la conseguente dimostrazione...

Riguardo i giudizi sul successo commerciale, al di la di quello che dici che e' comunque giusto, si e' sempre cercato, su sollecitazione continua del presidente, di evitare qualsiasi giudizio nelle schede in home page, limitandoci appunto alla mera ma precisa storia della vettura, evidentemente questa volta ci e' "scappato"....

Per le imprecisioni, come puoi vedere anche nelle altre pagine, nei ringraziamenti in fondo agli articoli, molte volte sono i soci a collaborare alla stesura degli stessi... proprio per il concetto che ho espresso sopra, secondo il quale, ognuno e' piu' "esperto" di un determinato modello, e visto che per questo modello, ed in particolare per la tdelta, nessuno piu' di te ne ha titolo, perche' non ci dai una mano???

In caso accettassi, ti ringrazio in anticipo.


_________________
ImmagineImmagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 12:12 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 1:43 pm
Messaggi: 2732
Località: La Spezia
tessera numero: 0
Jan al di là delle "personali opinioni" ,che ognuno ha, si tenta, sempre, di levare di torno quando si scrive una storia che vuol essere MONOGRAFIA e non un saggio di critica. Questo ha detto Armando, e questo mi sento di condividere in quanto il pezzo sull'Alfetta GT l'ho scritto io che non sono nè un gran conoscitore nè men che meno un gran amante di questo modello della serie Alfetta. Però mi pare che non traspaia che a me non piaccia la linea etc. etc. etc. Ti dico questo per spiegare il motivo per cui ho inserito "insuccesso commerciale".
Onestamente la turbodelta è sempre stata definita così da anni, e non da chi voleva farne una "critica ragionata".... ma da chi semplicemente vedeva la vita commerciale dell'auto.
La stessa cosa la si dice, con fondamento, riguardo alla Giulietta turbodelta. Se mi dici che son auto da considerare più artigianali che "commerciali" sono pienamente daccordo.
Sta di fatto che in epoca di "moda del turbo", quando veniva venduto qualunque cosa fosse turbo della serie "basta la parolaaaaaa", i 300 esemplari di GTV turbodelta non siano un risultato luminoso.
Questo non toglie nulla alla bontà del prodotto..... significa solamente che l'Alfa ha presentato una vettura "di produzione", particolare, non "a tiratura limitata", e ne ha vendute poche quante ne ha vendute. Non mi interessa della GPunto abarth o super2000 come si chiama che è vettura DI OGGI, di cui magari domani si diran le stesse cose o cose diverse, non lo so, non mi riguarda.
Possiamo parlare con piacere del "perchè" dei 300 esemplari, fermo restando che son stati ritenuti POCHI. Perchè in effetti pochi li sono, come son poche le 361 Giulietta turbodelta.
Ma venendo alla tua domanda di inizio (non vedo poi perchè pensi che non potrebbe interessare una discussione di questo genere!) ha senso parlare di "pochi esemplari venduti" o di insuccesso commerciale perchè una macchina realizzata senza un tetto massimo di produzione, quindi con finalità commerciali e non di "pezzo raro", venduta in soli 300 pezzi fa pensare solo che a un insuccesso commerciale.
I problemi, fra l'altro, c'erano eccome. Possiamo, ripeto, dire quali, quanto han inciso, quello che vuoi ma la sostanza non credo cambi.


_________________
Se sulla Cisa dopo averti sorpassato ti mando a fanculo è perchè sicuramente non hai guidato bene. Prenditi il vaffanculo e non rompermi le palle la porssima volta. (anonimo ceparanese)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 1:23 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: mer dic 05, 2007 6:01 pm
Messaggi: 422
Località: TABIANO BAGNI (PR)
tessera numero: 152
Nome e Cognome: Filippo Fantoni
Sto studiando!!!!!!
bella la home page :okokok :okokok :carlg :carlg :carlg


_________________
Alfa Romeo Giulia N.S. 1600 74 verde muschio chiaro

Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 4:13 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: gio nov 08, 2007 9:00 am
Messaggi: 394
Località: Genova
tessera numero: 22
Nome e Cognome: Giampiero Marcenaro
Premettndo che la mia non e' una critica alla tua monografia in senso lato ma un voler puntualizzare, appunto da ammiratore di uno specifico modello, alcune che ritengo incongruenze....soprattutto perche Alfissima e' a mio avviso la "bibbia" per un certo tipo di Alfa Romeo e la bibbia per definizione deve dire sempre e solo la verita' inconfutabile.
Cita:
perchè una macchina realizzata senza un tetto massimo di produzione, quindi con finalità commerciali e non di "pezzo raro", venduta in soli 300 pezzi fa pensare solo che a un insuccesso commerciale.

Qui mi permetto di correggerti, la produzione turbodelta, sia essa alfetta e poi successivamente giulietta (ma qui la storia e' un po piu' complessa) aveva all'origine un tetto di produzione, tetto ben noto in Autodelta e certamente pure in Alfa Romeo, che era il numero minimo di esemplari per l'omologazione FIA al solo scopo di far partecipare l'auto alle competizioni automobilistiche, il sostenere tesi contrarie e' totalmente fuori luogo e sfacilmente smentibile.
Comunque come immagino tu ben sappia i pezzi realmente costruiti sono stati poco piu' di 150 e questo non per ragioni commerciali ma per ragioni meramente economiche, ovvero a fine 1980 l'Alfa Romeo abbandono' definitivamente i rally (parlo di vetture ufficiali ovviamente) e con questi il progetto GTV turbodelta che conseguentemente non necessitava piu' dei 300 esemplari prodotti per ottenere l'omologazione precedentemente concessa in deroga sulla fiducia che tale produzione avesse luogo.
Se questa e' una produzione con finalita' commerciali.....
Poi che la tesi relativa al fatto che certe vetture rimanessero invendute per anni e' sacrosanta realta', ma questo e' giustificato (e sotto un certo punto di vista e' il prezzo che andava pagato) dal voler utilizzare tale modello con l'obiettivo di vincere un titolo mondiale rally. Su questo ti ripropongo il discorso che paragonava la GTV turbodelta alla 131 abarth o alla lancia stratos e similari, tali auto sono rimaste per anni dai concessionari, poi alcune hanno avuto la fortuna che i successi sportivi le rendessero appetibili immediatamente, altre no.
Probabilmente abbiamo visioni differenti di quello che siano o possano essere state le produzioni di nicchia ma una auto prodotta con fini meramente sportivi pur non essendo caratterizzata da targhette varie in argento o similari con il numero limitato o il ringraziamento da parte dell'AD per l'acquisto della stessa intestato nominalmente al propietario rappresenta comunque un "pezzo raro" gia' dalla nascita e come tale non puo' essere esposta a giudizi di tipo commerciale.
Al limite si puo' fare una valutazione sul palmares sportivo e giudicare basandosi su quello il valore collezionistico dell'uno e dell'altro modello, quest'ottica giustifica perche' una 131 abarth ora valga circa 50.000 euri mentre una GTV ne valga decisamente meno della meta'
Ho volutamente citato la punto abarth super2000 per portare a paragone un modello costruito SOLO per fare i rally come era la GTV turbodelta non per sfotto' o quantaltro.

Ritornando pero' ad un giudizio possibilmente obiettivo.....
Non vorrei sbagliare ma la pubblicita' dell'epoca spaccio' la GTV turbodelta come la prima auto turbo "di serie" e quindi dovrebbe essere antecedente alla saab (entrambe cmq nate nel 79).
Forse questa pubblicita' potrebbe aver fuorviato il giudizio di auto "commerciale" che tu attribuisci al modello in questione.
Da quello che ho letto a me risulta che il progetto turbodelta (derivato dall'esperienza dell'ultima evoluzione della 33SC12 [1977]) fosse di fornire la squadra corse AlfaRomeo/Autodelta di un auto Gruppo 4 (in sostituzione della GTV gruppo 2) per puntare al titolo mondiale rally visti i successi della gruppo 2 appunto. L'omologazione in gruppo 4 al periodo chiedeva la produzione di almeno 300 esemplari di serie della vettura da cui poi avrebbe avuto derivazione la vettura da competizione, il regolamento imponeva una serie di elaborazioni possibili ma poneva anche limiti sulle variazioni dei sistemi di alimentaione, in altre parole non si poteva piu' (visto che ai tempi delle giulia invece era permesso) cambiare il tipo di alimentazione dell'auto da competizione rispetto a quella di serie da cui derivava e quindi non si poteva mettere una turbina per incrementare la potenza ad un auto che commercialmente ne era nata senza, da qui il progetto turbodelta.
Chiti aveva intenzione di far debuttare la Alfetta turbodelta gruppo 4 al giro d'italia 1979 e di conseguenza nell'aprile dello stesso anno venne annunciata la produzione della GTV turbodelta, come tu hai citato si trattava di una produzione ibrida Alfa Romeo/Autodelta dove le auto complete uscivano dalla catena di montaggio Alfa e venivano portate a Settimo dove venivano sostituiti i motori (che poi venivano modificati e preparati per un successivo esemplare turbodelta) e le targhette di omologazione, veniva inserito il manometro pressione turbina nello spazio fra contagiri e contakm, le strisce adesive colorate e nulla piu'. Tali auto venivano poi commercializzate dalla normale rete Alfa Romeo con documenti originali portanti come produttore Autodelta/Alfa Romeo.
Questo tipo di produzione pero' non avrebbe consentito di arrivare ai 300 esemplari nei pochi mesi a disposizione e quindi ci si invento' il concetto dei kit che (almeno per quanto dichiarato alla FIA) avrebbero dovuto essere installati dalla rete di concessionari (in fase di prevendita) su altre GTV dando luogo cosi' ai 300 esemplari di produzione.
Nel 79 comunque l'auto da competizione non era pronta per il giro d'italia e l'Alfa Romeo vi partecipo' con le gruppo 2 aspirate, nel frattempo comunque si ottenne l'omologazione in deroga (cioe' senza che fossero stati prodotti i 300 esemplari).
Nel 1980 (come sappiamo) l'alfetta turbodelta (questa era la denominazione ufficiale) debutto' nei rally con 2 equipaggi ufficiali (Pregliasco e Verini) partecipando al campionato europeo ed alla prova italiana del campionato mondiale (Sanremo), questa non e' sede per citare i problemi ed i risultati sportivi che se interessano eventualmente posso postare altrove, a fine 1980 viene presa la decisione di abbandonare i rally in quanto la struttura Autodelta non riusciva a supportare adeguatamente rally e F1 (e per quest'ultima si decise).
A fine 1980 erano state prodotte meno di 100 GTV turbodelta stradali, rimanevano un numero elevatissimo di kit a magazzino Autodelta, tali kit furono utilizzati ancora per 2 anni (scarsi) per costruire GTV turbodelta eventualmente ordinate dalla clientela e furono distribuiti a tutte le officine Alfa ne facessero richiesta portando quindi alla costruzione di alfetta berlina turbo e GTV turbo che tali non erano nate.
Da quel che so il numero di GTV turbodelta realmente costruite e con documenti in ordine e' intorno al centinaio con costruttore autodelta, un ulteriore cinquantina risulta con costruttore Alfa Romeo, meno di un centinaio di ulteriori GTV montano il kit turbo pur risultando delle "normali" 2000L....i 300 esemplari non furono mai raggiunti anche perche' di fatto (finendo la partecipazione ai rally) era venuta meno la ragione di produrle.
La storia della giulietta e' molto simile, tranne che l'abbozzo di carriera agonistica che ha avuto la GTV per la giulietta non c'e' stato soprattutto a seguito del lancio della 75 che la ha sostituita, differente e' invece l'apporto che autodelta ha dato alla produzione dell'uno e dell'altro modello; sul primo (la GTV) lo scopo solo ed unico era il raggiungimento dell'omologazione e quindi si e' lavorato SOLO sulle componenti meccaniche indispensabili, per la giulietta si e' invece fatta una serie di modifiche che era molto piu' vicina ad una vera auto da corsa

A disposizione per confronti e scambi di opinione riguardo a questi modelli, la mia cultura sul prodotto e' indubbiamente piu' limitata e di nicchia e quindi ho difficolta' a dissertare su modelli e varianti ma su cio' che e' la carriera e l'uso sportivo (almeno riguardo agli anni che vanno dal 65/70 a oggi) sono abbastanza informato.


_________________
1900M AR51 (52), 1900M AR51 polizia (53), Giulia 1.3 Ti (67), 1750 GT (71), spider j 1300 (76), gtv turbodelta (81), alfetta turbodelta Gr 4 (79), N. giulietta 1.6 (80), giulietta turbodelta (85), milano oro (87), 75 turbo (86), 164 Q4 (96)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 4:34 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: gio nov 08, 2007 9:00 am
Messaggi: 394
Località: Genova
tessera numero: 22
Nome e Cognome: Giampiero Marcenaro
Dimenticavo...
riguardo alla casistica di guasti/problemi temo di essere in grado di citarteli tutti per averli vissuti in prima persona.
Se e' di interesse posso partecipare alla redazione di un topic dedicato....


_________________
1900M AR51 (52), 1900M AR51 polizia (53), Giulia 1.3 Ti (67), 1750 GT (71), spider j 1300 (76), gtv turbodelta (81), alfetta turbodelta Gr 4 (79), N. giulietta 1.6 (80), giulietta turbodelta (85), milano oro (87), 75 turbo (86), 164 Q4 (96)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 5:46 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: dom dic 25, 2005 3:40 pm
Messaggi: 15577
Località: VERONA
tessera numero: 2
Nome e Cognome: Armando Mozzi
Jan, io azzardo una proposta....

Compatibilmente con i tuoi impegni, avrei idea di fare proprio una pagina a parte per la GTV Turbodelta, perche' essendo vettura impegnata nelle competizioni, credo ci sia da dire qualcosa in piu' che una semplice cronistoria del modello....
Se ne hai voglia, io ne sarei felicissimo... se poi fossi in grado di fornire qualche bella immagine della tua GR.4 impegnata in gara, penso verrebbe qualcosa di interessante....

che ne dici??


_________________
ImmagineImmagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 7:15 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 1:43 pm
Messaggi: 2732
Località: La Spezia
tessera numero: 0
Jan ti invito anche io come Armando a voler considerare l'ipotesi di parlare diffusamente della carriera sportiva ed anche, essendo spesso collegata, alla genesi e vita dei modelli più specificatamente destinati alla competizione. Io di sicuro ho più conoscenza dei modelli commerciali.
Per quanto riguarda, comunque, il discorso che hai fatto ed in merito al raggiungimento o meno di "obiettivi", l'Alfa Romeo non ha mai "spacciato" la vettura come "edizione limitata", su questo siamo daccordo. Sul fatto che dovessero raggiungere un minimo che si erano prefissati può anche non pioverci. Ma una vettura che non raggiunge, pur col primato di essere se non la prima "turbo di serie" quantomeno la prima turbobenzina italiana di serie, neppure 300 pezzi non so come altro vuoi definirla se non "di scarso successo commerciale".
Sta di fatto che queste vetture, nate sicuramente in un periodo non proprio felice, aggiungiamoci anche l'abbandono delle corse, tutto quello che vuoi, non dico che "non andassero a ruba" ma francamente proprio eran proprio poco considerate.
La prima vettura turbobenzina di serie che Alfa realizza, e vende con successo, sappiamo ben tutti che è la 75 turbo, auto che di sicuro ha una diversa "percezione" da parte del potenziale cliente, ed è anche una vettura realmente "di serie" laddove le turbodelta han sempre profumato (ma forse per certuni han "puzzato") di artigianalità. La stessa 75 evoluzione non si può definire, all'epoca, un successo planetario, pur se realizzatain un periodo storico dove la tirature limitate era un pesante valore aggiunto.
Non mi risulta di tonnellate di ordini "inevasi" perchè le 500 vetture (realizzate) erano.... finite.
Se di Alfetta GTV turbodelta il mercato ne avesse tirate 1000, ne avrebbero fatte 1000....


_________________
Se sulla Cisa dopo averti sorpassato ti mando a fanculo è perchè sicuramente non hai guidato bene. Prenditi il vaffanculo e non rompermi le palle la porssima volta. (anonimo ceparanese)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 7:59 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: gio nov 08, 2007 9:00 am
Messaggi: 394
Località: Genova
tessera numero: 22
Nome e Cognome: Giampiero Marcenaro
Volentieri se riesco ad avere giornate libere tipo oggi a scrivere la storia agonistica dell'Alfetta turbodelta....riguardo alle foto della mia boh..contento tu...e' piu' artigianale delle artigianali prodotte da autodelta.....(http://gallery.sicob.com li' qualcuna ben fatta c'e'...evita varano dove per problemi di tempo avevamo messo su dei parafanghi posteriori a dir poco raccapriccianti e gomme da bicicleta per problemi di assetto sbagliato)
x leo
Assolutamente d'accordo che la turbodelta non avesse richieste elevate, ma sarebbe assurdo pensare che qualcuno avesse mai creduto (in fase di progettazione e marketing) il contrario, le auto che si DEVONO produrre per poter partecipare alle competizioni fanno parte del costo globale di partecipazione alle stesse e la loro vendita e' solo un fattore marginale (e tipicamente gestito in perdita) rispetto al progetto di ritorno pubblicitario sui modelli di serie corrispondenti.
Peraltro anche se il mercato avesse fagocitato 1000 gtv turbodelta queste non avrebbero potuto essere prodotte, le capacita' produttive di autodelta quelle erano...e se dopo un anno ha dovuto abbandonare le velleita' rallystiche forse forse il problema stava proprio li'....
Poi che Autodelta fosse (seppur ai massimi livelli) un artigiano questo e' un fatto certo.
E comunque il tuo discorso di domanda offerta allora dovrebbe essere applicato alla 131 abarth o alla lancia stratos o alla ascona400 o all'audi 4s o alla delta S4.......quante auto sono state vendute...c'e' mai stata una lista di attesa per averle??? (tutte le citate hanno vinto almeno un titolo mondiale [s4 esclusa per i noti eventi luttuosi])


_________________
1900M AR51 (52), 1900M AR51 polizia (53), Giulia 1.3 Ti (67), 1750 GT (71), spider j 1300 (76), gtv turbodelta (81), alfetta turbodelta Gr 4 (79), N. giulietta 1.6 (80), giulietta turbodelta (85), milano oro (87), 75 turbo (86), 164 Q4 (96)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 8:14 pm 
Non connesso
Presidente
Presidente

Iscritto il: lun dic 26, 2005 1:07 am
Messaggi: 6074
non ri cordo se su msn o in area staff dissi proprio di chiedere a jan se avesse avuto piacere e tempo di occuparsi della pagina delle gtv che si sono impegnate nelle competizioni, quindi le gr2 le gr4 dei rallyes che se non vado errando partecipo' a una gara anche una versione con motore montreal portato a 3000 cc,ma problemi alla trasmissione e il notevole peso, portarono chitti allo studio della famosa turbodelta.

sull'affidabilità.............ma perchè le altre turbo non soffrivano di problemi? ricordo che la turbinizzazione delle auto all'epoca era quasi una novità, e aziende specializzate nella costruzione di turbine tribolavano non poco a rendere i loro prodotti affidabili. la gtv dal canto suo non aveva poi grossi problemi di affidabilità rispetto alle altre.

il commerciale? be non mi pare che della 90, alfa6,e sz, si sia andati a cercare il numero di esemplari prodotti dandone dei giudizzi. infatti, ripeto quello che viene scritto deve essere fatto con cognizione oggettiva, e non soggettiva, si deve descrivere il modello per come è fatto e per le modifiche che con il passare del tempo ha avuto e stop.

ritengo che anche riccardobiscione sia molto afferrato sul modello gtv.


_________________
Guido con soddisfazione ghirocar, garanzia da presidente.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 8:54 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: gio nov 08, 2007 9:00 am
Messaggi: 394
Località: Genova
tessera numero: 22
Nome e Cognome: Giampiero Marcenaro
Si Mauro ti confermo che una gtv gareggio' in GR4 con motore montreal portato a 3 litri(o per essere piu' precisi 33/3 [che sappiamo essere derivato dal motore montreal ma con differenti angolature albero motore e leveraggi bielle]) come prototipo in deroga al regolamento (ovvero senza i famosi 300 esemplari prodotti) sul perche' non fu mai prodotta ci sono molte storie che secondo me sfociano pure in leggenda...ci sono testi che sostengono che pose il veto la fiat per non farsi affossare le 131 (e le stratos ormai cmq in mano solo ai privati), i problemi di trasmissione dubito siano una causa anche perche' estrapolando la situazione: la turbo con oltre 50Kgm di coppia non ha mai avuto problemi reali legati alla trasmissione in se ( e la coppia del motore 33/3 se non sbaglio era intorno ai 42/45 Kgm).....problemi di messa a terra della potenza su terreno scivoloso probabilmente si visto il maggior peso sull'avantreno (consideriamo che dal motore 33/3 si potevano tirar fuori tranquillamente circa 450 CV)...ma alla fine credo che la spiegazione piu' semplice hainoi fosse che il costo di tali motori rendeva proibitiva la realizzazione dei 300 esemplari. In tutto il periodo di produzione ed utilizzo di tali motori (1969-1973)Autodelta ne aveva prodotto si e no un centinaio.......

Riguardo ai problemi di affidabilita'....boh il modello stradale in effetti non mi risulta avesse problemi maggiori o piu' critici rispetto alla concorrenza:
-il turbo lag e' definibile piu' una caratteristica che un problema
-l'affidabilita' turbine (e la GTV ha sempre avuto kkk) era paragonabile alla concorrenza
-la criticita' di carburazione era tipica di tutte le auto GT a carburatori dell'epoca...ovviamente va paragonata a quella di auto sportive e non a berline (seppur prestanti)di serie quali erano le altre Alfa Romeo dell'epoca
-il surriscaldamanto aria e relativo calo di potenza difficilmente si poteva avvertire con pressioni standard ed utilizzo non agonistico
-unica reale pecca era l'impianto frenante prettamente di serie che soffriva abbastanza la maggior potenza soprattutto dal punto di vista di resistenza all'affaticamento
Ovvio che se si pone come metro di paragone l'affidabilita' di un alfetta o di una giulia la turbodelta risulta meno affidabile....


_________________
1900M AR51 (52), 1900M AR51 polizia (53), Giulia 1.3 Ti (67), 1750 GT (71), spider j 1300 (76), gtv turbodelta (81), alfetta turbodelta Gr 4 (79), N. giulietta 1.6 (80), giulietta turbodelta (85), milano oro (87), 75 turbo (86), 164 Q4 (96)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 9:17 pm 
Non connesso
Presidente
Presidente

Iscritto il: lun dic 26, 2005 1:07 am
Messaggi: 6074
se non ricordo male sulla questione gtv v8 il problema era che a mancare eran comunque i motori e gli stammpi erano stati distrutti. quindi si spiegherebbe anche il perchè delle pochissime ( CHI DICE 3 CHI DICE 6 ) GTV V8 dotate della stessa unità montreal per il mercato tedesco


_________________
Guido con soddisfazione ghirocar, garanzia da presidente.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 9:48 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 12, 2008 10:15 pm
Messaggi: 2358
Località: Albenga(SV)
tessera numero: 148
Nome e Cognome: Riccardo Riccardi
Complimenti a Jan per la sua competenza sulla GTV Turbodelta,veramente spettacolare la tua Gr.4 !!!

Quoto tutto quanto detto sulla GTV V8 da rally,aggiungerei alcune precisazioni che ho letto su alcuni Autosprint dell'epoca.
Il motore della vettura era sì derivato dai V8 delle 33 sport prototipo,però era un'adattamento della versione del Montreal(motore marino,con iniezione Spica e cilindrata portata a 3000cc)che montavano sulle imbarcazioni,come potenza si parlava di circa 320-350 CV.
La GTV V8,che su asfalto montava gomme da 13" x 11" davanti e 13" x 13" dietro,debuttò al rally Elencar che si disputò a Piacenza il 6 e 7 dicembre 1975,pilotata da Amilcare Ballestrieri navigato da Sergio Maiga.Le prestazioni furono esaltanti,la vettura fece segnare tempi fantastici(così scriveva il giornalista su Autosprint),impressionò letteralmente pubblico e giornalisti,però dovette ritirarsi per una rottura della trasmissione alla fine della terza PS.
Per la cronaca quella gara fu vinta dalla 131 Abarth di Bacchelli-Scabini,seguita dalla Stratos di "Tony"-De Marco e dalla 124 Abarth di Lorenzelli-Sanfront.
In seguito,tra il Dicembrre 1975 e il Marzo 1976,l'Alfetta Gt V8 fu sottoposta a collaudi di messa a punto ,sempre condotta dall'equipaggio Ballestrieri-Maiga,sull'appennino ligure,che evidenziarono grossi problemi di consumo dei pneumatici(Pirelli)posteriori tali da ipotizzare la sostituzione del ponte De Dion con un retrotreno a ruote indipendenti.
Altri collaudi furono fatti sulla pista di Casale Monferrato,dove la V8 fece segnare tempi migliori di quelli fatti registrare dalle Stratos ufficiali.In programma per l'inizio della stagione agonistica 1976 c'era la partecipazione a diverse gare,tra cui il "Mugello ronde",il rally dell'Isola d'Elba.
Poi,invece non se ne fece più nulla,all'Alfa Romeo preferirono interessarsi ad altre discipline sportive e motivarono la scelta con l'imminente uscita di produzione dei motori V8. Fino alla GTV Turbodelta Gr.4 che corse la stagione 1980,non ci fu praticamente nessuna novità sul piano rallistico per le Alfetta GTV,infatti la GTV 2000 aspirata con la quale Mauro Pregliasco vinse il Campionato Italiano gruppo 2 nel 1978(strappandolo alle allora ritenute imbattibili,tra le gr.2,la Kadett GTE di Federico Ormezzano che vinse nel 1977),era praticamente la stessa vettura del 1975 con poco o niente di sviluppo.


_________________
RiccardoBiscione73
Immagine


Ultima modifica di Riccardo Riccardi il ven ott 17, 2008 10:45 pm, modificato 3 volte in totale.

Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: ven ott 17, 2008 9:52 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: lun mag 12, 2008 10:15 pm
Messaggi: 2358
Località: Albenga(SV)
tessera numero: 148
Nome e Cognome: Riccardo Riccardi
Mauro Simonini ha scritto:

ritengo che anche riccardobiscione sia molto afferrato sul modello gtv.


Ti ringrazio per la fiducia,se posso essere utile,mi metto a disposizione molto volentieri.

:carlg


_________________
RiccardoBiscione73
Immagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: sab ott 18, 2008 1:03 am 
Non connesso
Presidente
Presidente

Iscritto il: lun dic 26, 2005 1:07 am
Messaggi: 6074
ricordi vaghi, ma vedo che in fatto di alfa la memoria mi funziona ancora abbastanza bene :gratt :pres1


_________________
Guido con soddisfazione ghirocar, garanzia da presidente.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: sab ott 18, 2008 7:33 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 1:43 pm
Messaggi: 2732
Località: La Spezia
tessera numero: 0
jan ha scritto:
E comunque il tuo discorso di domanda offerta allora dovrebbe essere applicato alla 131 abarth o alla lancia stratos o alla ascona400 o all'audi 4s o alla delta S4.......quante auto sono state vendute...c'e' mai stata una lista di attesa per averle??? (tutte le citate hanno vinto almeno un titolo mondiale [s4 esclusa per i noti eventi luttuosi])


Ma infatti è applicabilissimo anche a quei modelli. Viene regolarmente detto che le vetture citate da te commercialmente son state "ferme". Jan, intendiamoci non ti dico che sia "molto anormale" ti dico semplicemente che se un produttore vuol fare anche solo i pezzi necessari ad accedere, con quel modello, alle corse e non le fa converrai con me che il risultato MINIMO non viene, neppur quello, raggiunto quindi non si può parlare di successo.
Converrai inoltre con me che fra una Alfetta GTV turbodelta "di serie" e una Lancia Stratos di serie ci corre differenza non di poco, intendo proprio come prodotto. La turbodelta che ordinavi in concessionaria non era propriamente "da corsa con la targa", era un'Alfetta GTV 2.0 con, esternamente, un cofano nero e una striscia adesiva, internamente con un manometro in più. La da te citata 131 non era propriamente come la mirafiori comperata alla Fiat.


_________________
Se sulla Cisa dopo averti sorpassato ti mando a fanculo è perchè sicuramente non hai guidato bene. Prenditi il vaffanculo e non rompermi le palle la porssima volta. (anonimo ceparanese)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: sab ott 18, 2008 7:38 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio dic 29, 2005 1:43 pm
Messaggi: 2732
Località: La Spezia
tessera numero: 0
Mauro Simonini ha scritto:
se non ricordo male sulla questione gtv v8 il problema era che a mancare eran comunque i motori e gli stammpi erano stati distrutti. quindi si spiegherebbe anche il perchè delle pochissime ( CHI DICE 3 CHI DICE 6 ) GTV V8 dotate della stessa unità montreal per il mercato tedesco


La voce che risulta oggi più credibile sul perchè i motori non potessero più venir prodotti è che i macchinari prima destinati alla produzione dell'8 cilindri vennero "trasformati" in vista della produzione del 6 cilindri. Mia opinione personale è che sicuramente li avran trasformati, ma alla base c'era la voglia di "archiviare" l'8 cilindri senza star manco a pensare di produrne qualcuno, e di non farlo neppure se fosse stato possibile.

P.S.: ho letto ora quel che dice riccardo sulla "spiegazione" che han dato per archiviare la loro esperienza con il GTV V8.


_________________
Se sulla Cisa dopo averti sorpassato ti mando a fanculo è perchè sicuramente non hai guidato bene. Prenditi il vaffanculo e non rompermi le palle la porssima volta. (anonimo ceparanese)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: sab ott 18, 2008 1:58 pm 
Non connesso
Presidente
Presidente

Iscritto il: lun dic 26, 2005 1:07 am
Messaggi: 6074
Il FUSI ha scritto:
jan ha scritto:
E comunque il tuo discorso di domanda offerta allora dovrebbe essere applicato alla 131 abarth o alla lancia stratos o alla ascona400 o all'audi 4s o alla delta S4.......quante auto sono state vendute...c'e' mai stata una lista di attesa per averle??? (tutte le citate hanno vinto almeno un titolo mondiale [s4 esclusa per i noti eventi luttuosi])


Ma infatti è applicabilissimo anche a quei modelli. Viene regolarmente detto che le vetture citate da te commercialmente son state "ferme". Jan, intendiamoci non ti dico che sia "molto anormale" ti dico semplicemente che se un produttore vuol fare anche solo i pezzi necessari ad accedere, con quel modello, alle corse e non le fa converrai con me che il risultato MINIMO non viene, neppur quello, raggiunto quindi non si può parlare di successo.
Converrai inoltre con me che fra una Alfetta GTV turbodelta "di serie" e una Lancia Stratos di serie ci corre differenza non di poco, intendo proprio come prodotto. La turbodelta che ordinavi in concessionaria non era propriamente "da corsa con la targa", era un'Alfetta GTV 2.0 con, esternamente, un cofano nero e una striscia adesiva, internamente con un manometro in più. La da te citata 131 non era propriamente come la mirafiori comperata alla Fiat.


in questo devo quotare il fusi, la gtv turbodelta mica era un prototipo!!!!!!!!!! non scherziamo , la stratos, la 131 abarth eran ben altre vetture che della serie non avevano assolutamente nulla.
in corsa poi, erano vere e prprie armi da guerra NATE per correre, e l'ALFA ROM,EO si prese il lusso di proporsi con un auto di serie con na turbina.


_________________
Guido con soddisfazione ghirocar, garanzia da presidente.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: sab ott 18, 2008 2:04 pm 
Non connesso
Presidente
Presidente

Iscritto il: lun dic 26, 2005 1:07 am
Messaggi: 6074
Il FUSI ha scritto:
Mauro Simonini ha scritto:
se non ricordo male sulla questione gtv v8 il problema era che a mancare eran comunque i motori e gli stammpi erano stati distrutti. quindi si spiegherebbe anche il perchè delle pochissime ( CHI DICE 3 CHI DICE 6 ) GTV V8 dotate della stessa unità montreal per il mercato tedesco


La voce che risulta oggi più credibile sul perchè i motori non potessero più venir prodotti è che i macchinari prima destinati alla produzione dell'8 cilindri vennero "trasformati" in vista della produzione del 6 cilindri. Mia opinione personale è che sicuramente li avran trasformati, ma alla base c'era la voglia di "archiviare" l'8 cilindri senza star manco a pensare di produrne qualcuno, e di non farlo neppure se fosse stato possibile.

P.S.: ho letto ora quel che dice riccardo sulla "spiegazione" che han dato per archiviare la loro esperienza con il GTV V8.




sarebbe bastato che consultavi la home di mitoalfa, poi loro sono i mici e noi la culla dell'alfismo? vorrei ci si rendesse conto un po tutyti che siamo dei cazzari.


_________________
Guido con soddisfazione ghirocar, garanzia da presidente.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: sab ott 18, 2008 4:41 pm 
Non connesso

Iscritto il: dom apr 02, 2006 7:26 pm
Messaggi: 1
tessera numero: 0
Scusate, ma a me risultava che di GTV V8 ne fossero state fatte una ventina........... A questo punto allora presumo il mio sia un dato errato........



Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: sab ott 18, 2008 4:50 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: gio nov 08, 2007 9:00 am
Messaggi: 394
Località: Genova
tessera numero: 22
Nome e Cognome: Giampiero Marcenaro
maresciallo ha scritto:
Scusate, ma a me risultava che di GTV V8 ne fossero state fatte una ventina........... A questo punto allora presumo il mio sia un dato errato........

No qui si parla delle GTV v8 3.0 Gr.4 da rally non dei 2.6 fatti in germania


_________________
1900M AR51 (52), 1900M AR51 polizia (53), Giulia 1.3 Ti (67), 1750 GT (71), spider j 1300 (76), gtv turbodelta (81), alfetta turbodelta Gr 4 (79), N. giulietta 1.6 (80), giulietta turbodelta (85), milano oro (87), 75 turbo (86), 164 Q4 (96)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: sab ott 18, 2008 4:51 pm 
Non connesso

Iscritto il: dom apr 02, 2006 7:26 pm
Messaggi: 1
tessera numero: 0
Sorry............ :pollicegiu



Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: sab ott 18, 2008 4:54 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: gio nov 08, 2007 9:00 am
Messaggi: 394
Località: Genova
tessera numero: 22
Nome e Cognome: Giampiero Marcenaro
Ho visto ora il post corretto di Mauro....boh credevo pure io che quelli con 2.6 fossero piu' di 10.....mentre peraltro ero convinto che con 3.0 ce ne fosse stato solo 1, almeno 1 solo so di certo abbia mai corso, se poi ci fossero prototipi o quantaltro dovrei verificare se lo si trova su qualche libro su autodelta


_________________
1900M AR51 (52), 1900M AR51 polizia (53), Giulia 1.3 Ti (67), 1750 GT (71), spider j 1300 (76), gtv turbodelta (81), alfetta turbodelta Gr 4 (79), N. giulietta 1.6 (80), giulietta turbodelta (85), milano oro (87), 75 turbo (86), 164 Q4 (96)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FINALMENTE PRONTA LA PAGINA ALFETTA GT GTV
 Messaggio Inviato: sab ott 18, 2008 5:00 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: gio nov 08, 2007 9:00 am
Messaggi: 394
Località: Genova
tessera numero: 22
Nome e Cognome: Giampiero Marcenaro
Cita:
erano vere e prprie armi da guerra NATE per correre, e l'ALFA ROM,EO si prese il lusso di proporsi con un auto di serie con na turbina.

verissimo.....ma l'auto di serie nell'unica gara che non ha rotto e' stata davanti a tutte e poi come ben sai la Gr.4 (non la turbodelta stradale) di serie non aveva piu' nulla a parte la scocca.


_________________
1900M AR51 (52), 1900M AR51 polizia (53), Giulia 1.3 Ti (67), 1750 GT (71), spider j 1300 (76), gtv turbodelta (81), alfetta turbodelta Gr 4 (79), N. giulietta 1.6 (80), giulietta turbodelta (85), milano oro (87), 75 turbo (86), 164 Q4 (96)


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 37 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Indice » LE ALFA ROMEO - Discussioni/Tecnica/Restauri » Alfetta GT/GTV


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010