Iscriviti    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » DISCUSSIONI » DISCUSSIONI Alfa Romeo




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: gio ago 01, 2013 6:26 pm 
Non connesso
Presidente
Presidente

Iscritto il: lun dic 26, 2005 1:07 am
Messaggi: 6074
Sarebbe bello quanto interessante sapere come e quando è nata la vostra passione alfista, giuro, che scriverò anche come e perchè della mia.


_________________
Guido con soddisfazione ghirocar, garanzia da presidente.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: gio ago 01, 2013 9:54 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 05, 2009 4:47 pm
Messaggi: 1177
Località: Cagliari
tessera numero: 122
Nome e Cognome: Andrea Garau
Ereditatata da mio Padre Mauro....

Lui ne ha avute tante, quelle che ricordo maggiormente sono la Giulia quando ero piccolissimo e le 75 dai miei 10 anni fino ai 18, ed infatti è quella che mi è rimasta più impressa anche perchè ho imparato a guidare con lei.
La passione e scoppiata di nuovo quando abbiamo deciso di ricomprarci una 75 nel 2007, finalmente una a "benzina" dopo le diesel.


_________________
a ME non passa


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: ven ago 02, 2013 12:16 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 08, 2010 11:46 am
Messaggi: 2982
tessera numero: 132
La storia è lunga, ma breve sotto certi punti di vista.. Mio padre ha sempre avuto alfa, ma io, essendo nato tardi, ho solo vissuto le ultime.. Ultime, in realtà l'ultima, essendo nato sull'alfasud! Dico ultima perché dopo di quella ha avuto due 164 a nafta..
L'alta romeo però mi ha sempre affascinato, ho sempre letto, cercato, mi son documentato.. Quando la sud venne demolita, ero piccolo, piansi e non parlai più a mio padre per diversi giorni, e mi ripromisi che l' avrei avuta, uguale.. È così è stato.
Passano comunque gli anni, arrivano i 18, i miei amici sbavano per 106, clio, punto gt ma io voglio il twin spark.. E mio padre me lo vieta.
Dopo un po' mi riavvicino al mondo alfa Romeo, dalla porta posteriore però.. Con delle 147 e una 145. Mi piacevano si, ma non era quello che volevo, qualcosa non tornava.. E nel frattempo, di nascosto, la 75 arriva.
Lo stesso mese arriva anche Alfissima, la nave scuola, la gavetta.. E li capisco tutto quello che ancora non avevo chiaro. Se ne vanno le 147 e la 145, e arriva tutto ciò che ben sapete ormai.. Che altro dire, se non grazie Mauro e a tutti gli amici, che tra pazienza e scherzi vari mi han mostrato cos'è davvero la nostra Alfa Romeo..


_________________
Alfa 75 2.0 - 1986
Alfa
90 2.0 Iniezione - 1985
Alfa
90 Super 2.5 6V Iniezione - 1986
Alfa
33 1.3 - 1983
Alfa
33 1.3 S - 1987
Alfetta 1.6 "Economica" - 1976
Giulia 1.3 TI - 1970
Alfasud 1.2 - 1982
Giulietta 1.8 - 1981

Giulia 1.3 Super - 1974
1750 - 1972


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: ven ago 02, 2013 10:47 am 
Non connesso

Iscritto il: sab mag 10, 2008 12:15 pm
Messaggi: 1977
tessera numero: 44
Nome e Cognome: Stefano Bramati
Dunque..

"l'Alfismo" probabilmente è dovuto al fatto che in casa mia siano circolate solo ed escliAlfa Romeo già da prima della mia nascita.
Mio papà acquistò la prima Alfa Romeo, una Giulia Nuova Super, nel 1974; anno in cui iniziò a lavorare ad Arese nel reparto "Stampaggio e assemblaggio scocca" (detto anche da qualcuno "Grandi e piccole presse") , giusto per la cronaca era il reparto adibito ai calcoli dei tempi di stampo e assemblaggio sia per le vetture di Arese che per le vetture di Pomigliano.

Per via della "mini rata" , le vetture a casa venivano sostituite alla media di 1 ogni 6 mesi e fu cosi che nell'ordine passarono : 2 Alfetta 1.6 , 9 Alfasud , 1 Giulietta 1.6 .

I primissimi ricordi li ho proprio con la Giulietta, prima sfruttata da mio papà e poi data a mia mamma per il neo acquisto 33 1.3IE .

Il "virus" mi ha contagiato sin da piccolo , forse per il rombo,forse per le linee "a cuneo" o forse il fatto che in casa mia si è sempre amato e parlato di Alfa Romeo, azienda cui per oltre 13 anni ha dato lavoro e carriera a mio papà.

Arrivando alla storia recente ,la mia prima auto appena patentato fu proprio l'Alfa 33 che mi fu passata da mia mamma, che a sua volta aveva ereditato la 146 , sostituita da mio papà con una 147 .

Se sono amante delle Alfa Romeo e sono qui in A.R.O.C. lo devo proprio a quel piccolo boxer , che a 18 anni mi faceva sognare.
Mentre i miei compagni giravano con Punto Sporting, 145 Junior , Honda Civic e altra rumenta, io giravo con una macchina "da zingaro" (cosi era nominata dagli amici..) che però tra consumi e prestazioni spesso e volentieri mi consentiva di arrivare prima di loro in un po' :D

Purtroppo a causa di noie meccaniche e dei pochi soldi fui costretto a demolirla ( :gratt ) , guidai per oltre un anno diverse auto (Tipo,146,147) , ma dopo quasi 2 anni ritornai proprietario di una 33, per l'esattezza una 1.7 Quadrifoglio Verde.

Una piccola annotazione.
La possibilità all'epoca di poter guidare quotidianamente 33,Tipo,146 e 147, mi ha comunque dato la fortuna di saggiare su strada cosa era una trazione anteriore Alfa Romeo e cosa era ed è una trazione anteriore Fiat.
Dopo questo assaggio infatti, sono tornato ad acquistare una trazione anteriore Alfa Romeo S.p.A.

:okokok


_________________
Alfa Romeo 33 1.7 QV 87'
Alfa Romeo 33 1.3 IE L 93'


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: ven ago 02, 2013 3:11 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 28, 2008 7:38 pm
Messaggi: 3136
Località: Isernia
tessera numero: 89
Nome e Cognome: Fabrizio Torraco
La mia è una storia estremamente semplice. Mio padre acquista nel 1970 una Giulia 1.3 Ti; io avevo un anno e quindi ci sono cresciuto dentro. Quello che mi ha fatto diventare alfista è quella sensazione di superiorità che ti trasmetteva l'essere trasportato da quell'auto. Mi ricordo che ovunque, ai semafori e nei parcheggi, la guardavano con rispetto. Crescendo cambiavano le Alfa in famiglia e quando tra ragazzini si diceva "mio padre ha un'Alfetta Gt", gli altri ti rispondevano "ah, beh... un'Alfa, allora non c'è storia"; figuriamoci quando arrivò LA berlina, 2.0 e una classe ineguagliabile.
Alla fine, come tantissimi di voi, a 21 anni sono riuscito ad avere la mia, quando gli altri bramavano Golf, Thema, 205 Gti etc. Ma all'epoca era tutto normale; la follia per il Marchio è cominciata dopo l'ingresso delle 155 nelle concessionarie, anche se i primi conati di vomito li avevo avuti in presenza della 164.... quasi a volerne preservare storia e gloria.



Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: ven ago 02, 2013 9:50 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: ven dic 04, 2009 8:01 pm
Messaggi: 427
Località: Cagliari
tessera numero: 0
Nome e Cognome: Ignazio Garau
Twin Spark ha scritto:
Ereditatata da mio Padre Mauro....

Lui ne ha avute tante, quelle che ricordo maggiormente sono la Giulia quando ero piccolissimo e le 75 dai miei 10 anni fino ai 18, ed infatti è quella che mi è rimasta più impressa anche perchè ho imparato a guidare con lei.
La passione e scoppiata di nuovo quando abbiamo deciso di ricomprarci una 75 nel 2007, finalmente una a "benzina" dopo le diesel.


Essendo due anni più grande di Andrea non posso che confermare, anche per me le due 75 TD sono state quelle con cui ho imparato a guidare.
Oltre alla giulia ho un vago ricordo del 1750 ....


Questo post mi ha risvegliato la voglia di mettermi alla ricerca del 1750...magari esiste ancora :gratt


_________________
Immagine 75.SCELTA DI POTENZA

ImmagineImmagineImmagine


Ultima modifica di Turbodelta il mar set 24, 2013 5:44 pm, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: sab ago 03, 2013 6:53 am 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: ven dic 16, 2011 9:13 am
Messaggi: 32
tessera numero: 97
Nome e Cognome: Maurizio Russo
Quando sono nato io,nel 1970,mio padre allora giovane emigrante del Sud aveva una vecchia Fiat 1500 nera,cheio ricordo benissimo .In seguito sono passate altre auto,tutte di seconda mano ma buone,tra cui 3 Fiat 131.Anno 1983,la seconda 131 1300 special finisce male in un incidente e non sono i tempi perun auto nuova.Arriva cosi proveniente da un caro amico di mio padre una Giulia 1.3 ti del 1969,di colore verde,tenuta benissimo In questa occasione è nata la mia passione per l'Alfa Romeo,proprio con la Giulia che sin da piccolo ho sempre associato alla Polizia e grazie alla quale iniziai a capire le superiorità meccaniche e non solo delle Alfa. Dopo due anni la regina( come adesso la chiamo io) fu resa per l'acquisto dell'ultimo 131 supermirafiori 1600,con la quale ho preso la patente da privatista,ma ormai il dado è tratto.Anno 1992 entrano in casa dove ora lavoriamo in tre,la 75 1.6 carb.1989 bianco freddo per me e alfa 33 1.3 s argento metalliz.per mio padre.Ho preso del pazzo poi ,quando nel 1997 ho dato indietro la 1.6 per la 75asn bianca che amo.Perchè non prendi la 146 nuova,mi dissero in casa.bene, dopo aver trovato e sistemato casa dopo aver sposato e fatto famiglia,trovo per caso presso un autolavaggio a Pisa ,un ragazzino che scende da una 75 t.s e mi fa conoscere Alfissima.ancora lo ringrazio il Santos.Adesso malato cronico del virus Alfa,partecipo per quanto possibile,alla vita di club e mi impegno con i valorosi colleghi di Alfissima a mantenere le nostre auto vive,perchè come è stato detto da persone che sono state in Alfa,"signori l'Alfa Romeo l'avete in mano voi,non Marchionne!.Quando apro la porta di una Giulia risento quell'odore che mi ha fatto innamorare quasi trenta anni fa.



Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: sab ago 03, 2013 11:15 am 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: lun ago 24, 2009 3:54 pm
Messaggi: 626
Località: Luino (VA)
tessera numero: 131
Nome e Cognome: Emanuele Cricrì
La mia passione per il Marchio è nata principalmente dai miei zii che abitano in svizzera ed hanno avuto Alfa Romeo fino alla 164, poi la diaspora.
In particolare da piccolo quando arrivava lo zio Mario a trovarci con la 90 Super e mi portava in giro avevo la sensazione di essere su Qualcosa di unico e al di sopra della media (esattamente come dice Fabrizio) la passione stava nascendo più viscerale che mai.
Nella mia famiglia le auto sono state in ordine: renault 5 TS, a detta dei miei una scheggia ma instabile, dopo 3 anni arrivò la regata 1.6 100S venduta dopo 8 anni per la disperazione della ruggine ed infine nel 1991 arrivò la dedra 1.6... un chiodo che è tutt'ora la macchina di mio papà.
A 18 anni patente e le prime guide su strada sia con la dedra che con la 33 1.3 della ditta per cui lavora mio papà, per un soffio non potei tenerla! Davvero un peccato, ma quando non hai i soldi abbassi le orecchie e sogni!
Nonostante tutto il fiattume, io e mia mamma eravamo sempre con l'occhio rivolto a vetture più prestanti e fu proprio grazie a lei che potei iniziare la ricerca della GTV ed anche grazie a
Paolino di BG che mi fece provare la sua GTV 2.0, così la scelta di prendere una vettura mia si concretizzò con una ricerca durata 8 mesi.
Entrato definitivamente nel tunnel ora è impossibile uscirne ;) ahahah



Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: sab ago 03, 2013 2:40 pm 
Non connesso
MODERATORE
MODERATORE

Iscritto il: mar feb 27, 2007 12:01 am
Messaggi: 1597
Località: Verona
tessera numero: 71
Nome e Cognome: Alessio Adami
Boh, io non lo so ancora perché mi son ritrovato al mio sesto compleanno (settembre 1985) con un regalo che volevo a tutti i costi e che ha costretto i miei a girare diversi negozi di giocattoli, tribolando un mese per avere un riscontro alla loro ricerca: l'11 settembre 1985 mi venne finalmente regalato il modellino dell'auto che amavo, l'Alfa 90.
Curioso il destino, che mi vuole proprietario di una 33, una 75 ed una Alfetta.... niente 90.

Comunque, nel 1979, poco prima di me entrò nella famiglia Adami l'Alfasud Super 1.2 color bruno cilento che ci accompagnò per 10 anni e che lasciò un ottimo ricordo (meno buono fu il ricordo della sostituta, una Giulietta 1.3 '82, che io amavo ma i miei un po' meno) : tuttavia, l'Afasud ai miei occhi era colpevole, nonostante tutto, di alcune mancanze: la trazione posteriore, la marmitta centrale, e quel comportamento in partenza, con il classico culo schiacciato a terra, che solo le alfanord avevano.
Solo nel 2007 capii che non era una possibilità aliena, quella di acquistare una vera Alfa Romeo: chissà come procederà questa storia, dove rimane lecito supporre un epilogo con una Alfasud ed una Alfa 90, ma che per ora (nonostante il tempo tiranno e la carta moneta pure) mi sa dando delle soddisfazioni ineguagliabili.

Per inciso: volevo un 6 cilindri, e non potendo permettermi un 6C messo nel verso giusto, mi son deciso a prendermi un 6C ad uso quotidiano, la alfiat 166: sono un collione, mi piace sempre provare a mie spese qualsiasi cosa.... che macchina demmerda, senza scuse, una perla montata dentro ad una porcilaia; ma comunque, anche se 24v, il 6V Alfa Romeo rimane il motore migliore che io abbia mai usato, da ogni punto di vista: sembra un bialbero (e digli poco!), con 500 giri in più in basso e 2000 in più in alto. Niente male eh...

:salut


_________________
Alessio
Immagine 1979 Alfetta 2000 L Immagine 1987 Alfa 33 1.3 S Immagine 1987 Immagine

Vicecagaminchia per l'ortografia


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: mar ago 06, 2013 6:58 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 05, 2009 4:47 pm
Messaggi: 1177
Località: Cagliari
tessera numero: 122
Nome e Cognome: Andrea Garau
Bellissima la foto del 1750...

Simonini è il tuo turno ora :salut


_________________
a ME non passa


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: mar ago 06, 2013 9:00 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: ven dic 16, 2011 9:13 am
Messaggi: 32
tessera numero: 97
Nome e Cognome: Maurizio Russo
Twin Spark ha scritto:
Bellissima la foto del 1750...

Simonini è il tuo turno ora :salut

Siamo impazzienti di sapere......



Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: mar ago 06, 2013 11:38 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 08, 2010 11:46 am
Messaggi: 2982
tessera numero: 132
Appunto..


_________________
Alfa 75 2.0 - 1986
Alfa
90 2.0 Iniezione - 1985
Alfa
90 Super 2.5 6V Iniezione - 1986
Alfa
33 1.3 - 1983
Alfa
33 1.3 S - 1987
Alfetta 1.6 "Economica" - 1976
Giulia 1.3 TI - 1970
Alfasud 1.2 - 1982
Giulietta 1.8 - 1981

Giulia 1.3 Super - 1974
1750 - 1972


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: gio ago 15, 2013 8:44 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 08, 2010 11:46 am
Messaggi: 2982
tessera numero: 132
Allora Mauro?????!!!


Inviato da mio iPhone5 usando Tapatalk


_________________
Alfa 75 2.0 - 1986
Alfa
90 2.0 Iniezione - 1985
Alfa
90 Super 2.5 6V Iniezione - 1986
Alfa
33 1.3 - 1983
Alfa
33 1.3 S - 1987
Alfetta 1.6 "Economica" - 1976
Giulia 1.3 TI - 1970
Alfasud 1.2 - 1982
Giulietta 1.8 - 1981

Giulia 1.3 Super - 1974
1750 - 1972


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: gio ago 15, 2013 11:27 am 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 05, 2009 4:47 pm
Messaggi: 1177
Località: Cagliari
tessera numero: 122
Nome e Cognome: Andrea Garau
Il pesante ha scritto:
Allora Mauro?????!!!


Inviato da mio iPhone5 usando Tapatalk



Infatti...ajo :sganash


_________________
a ME non passa


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: sab ago 17, 2013 10:00 am 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: ven dic 16, 2011 9:13 am
Messaggi: 32
tessera numero: 97
Nome e Cognome: Maurizio Russo
Twin Spark ha scritto:
Il pesante ha scritto:
Allora Mauro?????!!!


Inviato da mio iPhone5 usando Tapatalk



Infatti...ajo :sganash

Forse è alla ricerca di un editore,come si conviene a un presidente....



Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: gio ago 22, 2013 2:55 am 
Non connesso
Presidente
Presidente

Iscritto il: lun dic 26, 2005 1:07 am
Messaggi: 6074
Eppure i miei genitori hanno sempre sostenuto di non avermi concepito nella Giulia sprint gt veloce verde muschio, ma io non ne sono ancora convinto, sta di fatto che la verde muschio non sono mai riuscito a vederla, fu infatti coinvolta in un incidente mentre mio padre si recava a trovare me e mia madre in ospedale. Dopo qualche giorno fu una junior 1300 bianca a portarmi a casa, e fu la prima volta che respirai l'odore di nuovo di un Alfa acquistata solo 2 giorni prima, ma sono altrettanto convinto che quel suono sordo e pastoso, accompagnato dal brontolio di qualche nota più alta l'avevo gia sentito mentre mia madre era in gravidanza. Anche della junior 1300, non ho una visione chiara, solo all'età di 3 anni ricordo quella che per me fu veramente la mia prima Alfa nonostante ne passarono altre 2 da quando il mio cuore iniziò a battere. si trattava della 1750 gt veloce del 1971 grigio scuro metalizzato, la mia maestra!!!, e con quell'auto che ho imparato l'automobile, era solo la nostra ad avere una linea così sportiva, era solo la nostra ad avere quel suono che mi incantava, ed era solo la nostra che faceva fumare le gomme in 3 tempi, (capii solo dopo anni che erano, prima, seconda e terza) tutte le volte che papà partiva per andare al lavoro. Tutte le altre , tutte quelle dei nostri vicini di casa erano diverse, brutte, con un rumore atipico per il mio udito, e soprattutto non facevano fumare le gomme, nemmeno al primo tempo. Intanto crescevo e con me la 1750 gt veloce, e con il tempo iniziai a gustarmi i viaggi seduto sempre davanti, sulle ginocchia di mamma (oggi roba da criminali) 1.....2.....3 .......4.....5 era il massimo che contavo prima della scalata e del sorpasso lungo la via del passo dei carpinelli, un auto davanti non doveva, non poteva starci, tutte dietro, perchè un alfa non deve mai star dietro, era una teoria che mio padre sempre mi ripeteva, ma io non ero ancora nella condizione di capirla, anche se istintivamente davo ragione a papà e non alle lamentele di mamma.
tTerza elementare, più precisamente III A è il più vecchio disegno di scuola che mi è rimasto, una specie di auto con vaga somiglianza a una Giulietta ss, ma dotata di super periscopio tipo 33 tt erano più o meno i miei disegni, che raffiguravano in qualche modo sempre qualcosa che aveva a che fare con il biscione. tutti disegni fatti dal lunedi al sabato, perchè, io al martedì a scuola penso di non esserci mai andato, era il giorno di riposo dei miei genitori, e quindi alla fine pure il mio, ma se il martedi non imparavo nulla dalla maestra, era la 1750 ad insegnarmi l'automobile. Papà si accingeva sempre a fare i normali controlli con cadenza settimanale, acqua olio, tutto apposto, solo di rado mi portava in autofficina per qualche lavoro, e sinceramente non vedevo l'ora che la 1750 avesse qualche noia per poter stare qualche ora in quell'officina che, aveva un grandissimo stemma alfa all'entrata e al suo interno tante alfa, tantissime, per me era un po' come entrare dove le fabbricavano.
Tra la manutenzione settimanale di papà e le visite in officina autorizzata, ebbe inizio il mio primo approccio con la meccanica, queste Alfa avevano tutte il solito motore eccetto una, si chiamava Alfasud, ne aveva una pure mio fratello e una l'aveva lo zio. Il tempo passa e la voglia di sentire veramente mia un Alfa era troppo forte, la volevo guidare e smaniavo per questo doveva essere il mio regalo di compleanno. 7 anni lo ricordo benissimo, il mio regalo era guidare il gt !!!!!!!! e così fu in quella sera del 3 maggio su una strada di collina sulle ginocchia di mio padre guidai per la prima volta un auto ed era un alfa.

Un tempo i "porte aperte" dai concessionari non erano ancora in voga, ricordo che a fare un porte aperte la prima volta fu la renault, con il giochino della chiave, se partiva, la renault era tua........ma chi la voleva? io no!!!
Era quindi consuetudine che tutte le concessionarie portassero in visione il loro nuovo modello presso i bar per far visionare ai clienti cotanta bellezza.....ehhhh?????

i clienti dall'interno del bar si "trasportavano" fuori , nella piazza, chi con il bicchiere in mano, chi con le carte da gioco, pena la partita sospesa, ma ne valeva la pena, in piazza c'è da ammirare la bmw 320, l'anti alfetta..... ehhhhhhh?????? e fra le centinaia di discorsi, una voce fuori campo dice: " che motore splendido" essendo piccolo, grande non lo sono nemmeno ora, cerco di scorgere quel capolavoro, mi aspettavo un motore tipo quello dell'alfa, con quelle candele in mezzo a 2 alberi, i carburatori messi in fila per abbeverare il motore e dalla parte opposta l'inizio di quello strumento musicale a fiato che iniziava con quattro tubi, poi 2, poi uno, per terminare dietro con il famoso incantevole suono , mi aspettavo una cosa del genere, magari lucente come il paraurti. e invece.........che delusione, vidi una pentola nera che copriva tutto facendo solo intravvedere un motore mezzo inclinato come se si fosse già rotto un supporto. quello è un motore meraviglioso !?!?!? esclamai arrabbiato, quello è una pentola non un motore!!!!!! molti si misero a ridere, dicendo ecco mauretto l'alfista, cavolo io manco sapevo cosa significasse essere alfista, ma capii che non era un insulto, ma un complimento, forse il più bello che potessi ricevere.

si cresce, ci si documenta, al tempo non era semplice, esisteva solo il costoso quattroruote, e i bellissimi e gratuiti depliant nella vicina concessionaria Alfa Romeo De Micheli, e i pellegrinaggi in bicicletta erano praticamente giornalieri. Non ci volle molto per documentarmi su tutta la gamma disponibile, che all'epoca spaziava dalla Alfasud, alla Alfasud sprint, Giulietta, Alfetta "piccola" e Alfetta "grande" non prendendo come riferimento la cilindrata, ma proprio per le dimensioni dell'auto, che in quel periodo veniva commercializzata con 2 tipi di carrozzeria, poi c'erano l'alfetta gt e gtv, e la spider, la nuova super era da poco andata in pensione, e per la grande alfa6 dovetti aspettare ancora 2 anni, era infatti il 1977, anno in cui invidiavo i compagni di scuola del vicinissimo comune, che andavano a scuola con un nuovissimo F12, mentre a noi, quelli di Aulla toccava andare con i fiat 238....mamma posso cambiare scuola? loro vanno in Alfa Romeo e io no!!!!

Ho già la bellezza di 8 anni, e tra i conoscenti, i clienti del bar, io sono mauretto l'alfista, i clienti del bar quando acquistano la nuova Alfa, prima di portarla a far vedere alla moglie passano da me per portarmi a fare il giretto di prova, ripagati nel vedere il mio entusiasmo.

1979 l'Alfa torna in F1. a dire il vero già prima tifavo brabham-Alfa, non ho mai tifato ferrari, perchè, in pista c'era comunque un motore Alfa, da ora in poi avrei tifato per ben 2 scuderie, la Brabham Alfa, e l'Alfa Autodelta. Ero l'unico, tutti tifavano ferrari, ferrari, a scuola e al bar tutti mi prendevano in giro perchè l'Alfa non vinceva mai, ma la mia fede non mi fece desistere tanto da capire poco tempo dopo, che ferrari non sarebbe mai stata quello che era se non fosse per l'Alfa Romeo.

Odore di patente......mancano ancora 2 anni, ma la mia voglia di guidare un Alfa Romeo tutti i giorni mi devastava, la 1750 gt in restauro, tutti i giorni la mitica panda 45S, io giravo in vespa e sognavo la appena presentata 33 Q.V. doveva essere rigorosamente di colore rosso Alfa.
Riuscii a convincere mio padre, certo doveva essere per lui....mah un giorno scorgo in un salone una lucente alfetta Q.O. motronic. era in contovendita, e il proprietario un amico di mio padre, ci vollero 2 giorni per poterla avere sul vialetto di casa, e tutte le domeniche pomeriggio, riuscivo a sgraffignarla per un giretto.
1987, finalmente la patente, mi potevo godere come neo patentato l'Alfetta, e la gt veloce quasi pronta, nuova di restauro. la mia vita in quel momento era al massimo, finalmente potevo vivere la mia passione direttamente, mah, c'è sempre un mah, la fiat acquisisce L'Alfa Romeo.

Arriva la 164. non ci volevo credere, le informazioni di una rivista blasonata come quattroruote non poteva sbagliare, ma questa volta ha preso il pesce d'aprile......e invece no!!!!!!!! ricordo come se fosse ieri, piazza cavour ad Aulla, una twin spark verde mirto, non girai molto attorno all'auto come tutti, c'era una miriade di persone ad ammirare la nuova nata di Arese, non si scostavano, erano come calamitati su quella lamiera, la mia visita durò ben poco, gli arrivai da dietro, mi chinai sotto il paraurti, un brivido.........e un pensiero, l'Alfa è morta sono nate le alfiat.

è guidando che ti accorgi che un Alfa Romeo è un altra cosa, infatti ho sempre creduto che non ci fosse una reale concorrente di un Alfa Romeo, se non per cilindrata, prezzo e dimensioni. un Alfa Romeo ha solo "rincorrenti" cioè case automobilistiche che cercano di rincorrere quello che è un Alfa Romeo, come se si trattasse di un punto di arrivo, e solo "tecnologie alternative" come il turbo e l'iniezione multipoint e le 16 valvole, hanno dato a queste case la possibilità solo di avvicinare le prestazioni di un Alfa, senza trasmettere la sensazione del piacere e della sicurezza, che solo un Alfa Romeo ti sa dare,un Alfa riesce a trasmettere a chi la guida, la passione e la professionalità di chi le ha concepite.
mi sono dilungato, avrei potuto scrivere in 2 parole, io alfista ci sono nato, ma sarebbe stato troppo banale.


_________________
Guido con soddisfazione ghirocar, garanzia da presidente.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: gio ago 22, 2013 6:35 am 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA

Iscritto il: ven dic 16, 2011 9:13 am
Messaggi: 32
tessera numero: 97
Nome e Cognome: Maurizio Russo
Bellissimo racconto,il presidente puo davvero scrivere un libro con il titolo Alfa Romeo,ma quello che ho capito a fine lettura è che c'è chi nasce Alfista come lui,e chi lo diventa come me,te ne accorgi quando le altre auto sono per te "delle pentole",appunto.Teniamo in vita l'Alfa Romeo,grazie Alfissima!



Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: ven ago 23, 2013 1:35 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: lun gen 05, 2009 4:47 pm
Messaggi: 1177
Località: Cagliari
tessera numero: 122
Nome e Cognome: Andrea Garau
....direi anch'io "Giulia sprint gt veloce verde muschio"

Complimenti "Mauretto" l'Alfista :okokok


_________________
a ME non passa


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: ven ago 23, 2013 2:31 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: ven dic 04, 2009 8:01 pm
Messaggi: 427
Località: Cagliari
tessera numero: 0
Nome e Cognome: Ignazio Garau
Bel racconto Mauro, complimenti! :okokok


_________________
Immagine 75.SCELTA DI POTENZA

ImmagineImmagineImmagine


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: sab ago 24, 2013 12:36 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 28, 2008 7:38 pm
Messaggi: 3136
Località: Isernia
tessera numero: 89
Nome e Cognome: Fabrizio Torraco
Bel racconto "Mauretto", sopratutto l'ultimo passaggio che riassume veramente tutto. Inoltre ho trovato due cose in comune con la mia storia (oltre l' "altezza" :sganash ): anche io ho avuto come prima Alfa una Alfetta 2.0 motronic e anche io ho avuto lo stessissimo approccio alla 164 (e da quel giorno mi è sempre stata sul cazzo).



Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: sab ago 24, 2013 8:14 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 08, 2010 11:46 am
Messaggi: 2982
tessera numero: 132
Bellissimo racconto Mauro, da home page..
Veramente bello.. Abbiamo aspettato tanto ma ne è valsa la pena!


Inviato da mio iPhone5 usando Tapatalk


_________________
Alfa 75 2.0 - 1986
Alfa
90 2.0 Iniezione - 1985
Alfa
90 Super 2.5 6V Iniezione - 1986
Alfa
33 1.3 - 1983
Alfa
33 1.3 S - 1987
Alfetta 1.6 "Economica" - 1976
Giulia 1.3 TI - 1970
Alfasud 1.2 - 1982
Giulietta 1.8 - 1981

Giulia 1.3 Super - 1974
1750 - 1972


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: dom ago 25, 2013 10:51 pm 
Non connesso
Presidente
Presidente

Iscritto il: lun dic 26, 2005 1:07 am
Messaggi: 6074
Fabrizio ha scritto:
Bel racconto "Mauretto", sopratutto l'ultimo passaggio che riassume veramente tutto. Inoltre ho trovato due cose in comune con la mia storia (oltre l' "altezza" :sganash ): anche io ho avuto come prima Alfa una Alfetta 2.0 motronic e anche io ho avuto lo stessissimo approccio alla 164 (e da quel giorno mi è sempre stata sul cazzo).


vedi Fabrizio, certe cose le si possono capire solo se vissute realmente, la 164 fu un " gradito" successo commerciale, ma fu la prima ad interrompere una filosofia, quella tanto cara all'alfa e agli alfisti, filosofia che sintetizzata in uno slogan pubblicitario LA BERLINA DI TUTTI I GIORNI CHE VINCE LE CORSE. eccezion fatta per i motori, e la bella linea di pinin, tutto il resto era la noiosa e qualunquista interpretazione di tutti gli altri costruttori.


_________________
Guido con soddisfazione ghirocar, garanzia da presidente.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: lun ago 26, 2013 7:01 am 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: mar ott 28, 2008 7:38 pm
Messaggi: 3136
Località: Isernia
tessera numero: 89
Nome e Cognome: Fabrizio Torraco
Assolutamente d'accordo :okokok



Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: lun set 02, 2013 5:02 am 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: mer feb 04, 2009 9:21 pm
Messaggi: 858
Località: Torino
tessera numero: 35
Nome e Cognome: Giraldo Denis
Bellissimo racconto Mauro :okokok


_________________
Socio 35

Alfetta 2.0 L '81


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: perchè sono diventato alfista forse ci sono nato.
 Messaggio Inviato: mar set 03, 2013 2:21 pm 
Non connesso
SOCIO ALFISSIMA
SOCIO ALFISSIMA
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 07, 2009 1:41 pm
Messaggi: 372
Località: Pisa
tessera numero: 111
Nome e Cognome: Matteo Santucci
La mia passione per l'Alfa Romeo ma anche la passione per l'automobile in generale è sempre stata nel dna della mia famiglia che dal 1928 contribuisce al mondo dei veicoli a quattro ruote... Il mio bisnonno ai tempi comprò la sua prima automobile una Fiat e mise su un'attività di taxi che serviva Roma e provincia, da quel momento quasi tutti i componenti della mia famiglia fino ad arrivare ai pronipoti si sono ammalati di questa passione e di collezionismo di automobili storiche per non parlare anche del loro lavoro... Tutt'oggi i miei cugini,zii e parenti lavorano per note case costruttrici.
La prima Alfa Romeo entrò in famglia nel lontano 1979 anno in cui mio padre entrò a lavorare alla S.P.I.C.A. (società come tutti sapete facente parte dell'Alfa Romeo auto s.p.a.)... Quest'auto era una Giulietta 1.3 116, auto che ci ha accompagnato fino al 1994...
Mio padre anche da bambino amava l'Alfa Romeo e il fatto di esserene diventano dipendente poco dopo il diploma per lui fu un onore, da quel momento fino ad arrivare al 1992 i miei familiari hanno sempre comprato Alfa Romeo... La Giulietta poi passò a mio nonno nel 1988 anno in cui mio padre comprò una 33 1.7 Quadrifoglio e peccato che di quest'ultima non ha alcun ricordo essendo troppo piccolo... Ma tornando alla Giuletta quando avevo già due o tre anni nel lontano 1991/1992 mi ricordo ancora quanto era bella:era rosso veneziano con gli interni color panna ed era tenuta veramente molto bene... Ma la cosa che più mi piaceva era il rombo del suo bialbero che non era però originale invece del 1.3 che pur non avendo cattive prestazioni ma beveva come una petroliera allora vi fu installato un motore 1.6 che tirava da paura.... Mi ricordo ancora quando la guidavano mio padre e mio nonno e io ero lì ad ascoltare il rombo di questo motore specialmente l'estate con i finestrini abbassati... Ricordo bene di quando mio padre per farmi sorridere prendeva le curve di traverso con l'auto che sculava, fischiava e rombava... Sono stati proprio questi momenti che mi legarono all'Alfa Romeo in maniera indissolubile perchè questa Giulietta era diversa dalle altre automobili dell'epoca aveva qualcosa in più... Ogni volta che ci salivo mi emozionavo mi piaceva e se ero triste o piangevo il rombo di questo bialbero riusciva sempre a farmi sorridere e il divano posteriore era bello comodo e mi ha permesso sempre di dormirci nel miglior confort.... Insomma anche se ero un bambino molto piccolo a me quest'auto mi aveva fatto ammalare e la sentivo mia...
Arrivati al 1994 la Giulietta nonostante fosse ancora perfettamente funzionante e senza acciacchi venne rottamata e io se ci ripenso ancora oggi mi viene una tristezza molto profonda.... I miei nonni sapevano quanto ci ero affezionato e all'epoca ero solo un piccolo bambino di soli 5 anni e mi dicevano di stare tranquillo che la Giulietta sarebbe tornata che era dal meccanico ma dopo un mese che li assillavo quoitianamente mi dissero la verità e mi crollò il mondo addosso... Sono stato a piangere per un mese ma mi ripromisi che prima o poi me ne sarei ricomprata un'altra magari rosso veneziano come quella di nonno, anzi leviamo il "magari" prima o poi ne voglio comprare una che le assomigli in tutto e per tutto.... Arrivati al 2010 all'età di 19 anni un'altra Alfa Romeo me la sono ricomprata e per l'amor di Dio sono contento di avere una 75 Twin Spark auto consigliatami da mio padre per il rapporto prestazioni/affidabilità ma se avessi ascoltato il mio cuore adesso non avrei una 75 ma un'altra Giulietta. Alla domanda: "Alfisti si nasce o si diventa?" io nel mio caso non saprei rispondere non so se non ci fosse stata la Giulietta se ora sarei qui a raccontare questa storiella ma una cosa è certa quella Giulietta è stata l'auto che più di tutte mi è rimasta nel cuore e l'auto che mi ha aiutato a diventare un'Alfista e poi un Alfissimo e di lei non mi dimenticherò mai, porterò sempre nel cuore il rombo del suo bialbero,lo splendore del rosso veneziano e il color panna degli interni e la sua linea a cuneo che fin da piccolo mi ha fatto amare l'Alfa Romeo. Se non sono nato Alfista ma lo sono diventato grazie alla Giulietta allora non smetterò mai di dirle grazie...

GRAZIE DI TUTTO GIULIETTA!!!

[img][IMG]http://imageshack.us/scaled/thumb/836/3z9b.jpg[/img][/img]


_________________
ImmagineImmagineImmagine

La gioia di possedere un Alfa Romeo


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Indice » DISCUSSIONI » DISCUSSIONI Alfa Romeo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010